Direttore Roberto Alessi

NEWS
12/08/2017

Stefano Sala: Dayane Mello rimane al bacio


Stefano Sala è uno che ti sorprende: modello, bello da far male, sembra un sudamericano, invece poi scopri che è italianissimo e pure del Nord. «Dell’alto lago di Como», precisa lui, «uno degli ultimi paesi prima delle valli, mi posso definire un montanaro». È il primo uomo italiano che ha fatto una campagna per Guess a livello mondiale (assieme a
Belen Rodriguez). Ed è anche uno che ha rubato il cuore (almeno per un po’) alla bellissima e “sgusciante” Dayane Mello.
Stefano, tu e Dayane, siete genitori della piccola Sofi a, che oramai ha tre anni. Che padre sei? mia vita professionale».
Deduco che con la tua ex, Dayane, tu abbia un buon rapporto.
«Adesso è ottimo, quando ci siamo avanti tranquillamente la sua carriera. E comunque qui fortunatamente
ho il supporto dei miei genitori».

Cosa pensi del fatto che in Italia per diventare famoso devi fare un reality? Dayane quest’anno ha fatto l’Isola dei famosi. A te non hanno proposto reality?
«Sempre e sempre li ho rifi utati. Mi hanno proposto l’Isola, il Grande Fratello, ma per il momento sono abbastanza contrario, non voglio essere “egoriferito”. Credo chese hai un talento i reality non riescano a valorizzarlo davvero».

Per “qualità” intendi per caso intendi il cinema?
«Confesso che inizierò le riprese di un film intorno ai primi di settembre, sarà un lungometraggio con registi
americani molto famosi. Sarà un horror e sarò il protagonista».
Stefano, tu e Dayane, siete genitori della piccola Sofia, che oramai ha tre anni. Che padre sei?

«Super giovanile, un po’ come un fratello maggiore, ma ho un grandissimo senso di responsabilità. Cerco di essere molto presente nella vita di mia figlia, anche a costo di sacrificare un po’ la lasciati nel 2015, la cosa è stata un po’ turbolenta, però adesso si sono sistemate le cose, siamo sereni, abbiamo preso la decisione che la bambina continui a vivere in Italia».

 

Leggi il servizio su Dayane Mello, che trovi nell’ultimo numero di Novella2000 – CLICCA QUI

Produzione riservata
Commenti