La serie tv su Gianni Versace in tv da gennaio negli Usa

Francesco Fredella | 3 Novembre 2017

Il 15 luglio di 20 anni fa Gianni Versace veniva ucciso a Miami da Andrew Cunanan. Il racconto di quel […]

Il 15 luglio di 20 anni fa Gianni Versace veniva ucciso a Miami da Andrew Cunanan. Il racconto di quel delitto sarà il tema della seconda stagione della serie antologica American crime story, ideata da Ryan Murphy (American Horror Story, Feud), con il titolo provvisorio The Assassination of Gianni Versace (9 episodi) ed è basata sul libro della giornalista di Vanity Fair Maureen Orth, Vulgar Favors.
La data di messa in onda USA è il 17 gennaio sul canale FX: in Italia si vedrà in esclusiva su FoxCrime (canale 116 di Sky), a ridosso della data americana. Il cast al momento comprende Édgar Ramírez (Joy, Carlos) e Penélope Cruz nei panni dei fratelli Versace, Gianni e Donatella mentre la pop star Ricky Martin e Darren Criss (Glee) interpretano Antonio D’Amico, il fidanzato di Gianni, e l’assassino Cunanan. Per interpretare Santo Versace è stato scelto Max Greenfield (New Girl) mentre per il ruolo di Giorgio Armani sono ancora in corso ricerche, secondo quanto riportato da Entertainment Weekly Secondo quanto rivelato da Ryan Murphy in esclusiva a Entertainment Weekly pochi giorni fa, se il caso O.J.Simpson è stata la lente che gli ha permesso di approfondire la questione razzista nella società americana, l’omicidio Versace gli permetterà di raccontare i temi legati alla sessualità e all’omofobia negli anni ’90. La narrazione non sarà lineare e questo implicherà molti flashback e la presenza in scena di tanti nomi noti legati al passato dello stilista. Il primo capitolo di American Crime Story dedicato al caso O.J.
Simpson, andato in onda in Italia su FoxCrime, ha vinto 9 premi Emmy, 2 Golden Globe e, inoltre, BAFTA, AFI, PGA, WGA e TCA, con una audience record di 13,2 milioni di spettatori negli Usa.
The Assassination of Gianni Versace è tra gli appuntamenti televisivi più attesi del 2018, sia per la clamorosa nuova storia che andrà a raccontare sia per il cast stellare che coinvolge. (Fonte: Ansa)

Chissà che cosa le dirà Pedro Almodovar, il regista che l’ha resa grande? In qualche modo Penelope Cruz ha tradito:
nel mondo dei los famosos non ci si schiaccia i piedi e lei i piedi li ha schiacciati a Donatella Versace, amicissima di Pedro. Ma magari,
generosa com’è, la Versace l’ha già perdonata. Penelope infatti ha accettato di interpretare il ruolo di Donatella nel film tv Versace,
America Crime Story, sull’omicidio di Gianni Versace, interpretato da Edgar Ramirez (Ricky Martin è invece nei panni del fi danzato dello stilista Antonio D’Amico). Donatella era contraria a quella ricostruzione, troppo dolore, e Lady Gaga, che doveva interpretarla rifiutò la parte. Ma non tutte le dive sono uguali.

Come detto, la serie americana si intitola: Versace: American Crime Story, firmata da Ryan Murphy. E’ nata come costola di “American Horror Story”. Nel cast della serie ci sono Ricky Martin, che interpreta Antonio d’Amico (compagno di Versace per 15 anni); Darren Criss nei passi del folle Andrew Cunanan; Edgar Ramirez  in quelli di Versace e Penelope Cruz in quelli di Donatella Versace.

 “Non sarà una fiction divertente. Ero molto legato a Gianni Versace ed ho scritto con lui l’unica biografia che ha voluto pubblicare, ma sono legato anche a Santo Versace e Donatella. Vedere certe scene in cui Edgar Ramirez – molto somigliante – viene sparato sulle porte di casa. Santo Versace ci ha detto che non sa nulla di questa fiction, ma potrebbe essere un prodotto di qualità per chi ci lavora”, dice Roberto Alessi.

 

< Indietro Successivo >