Chi sono i Solis String Quartet: nomi, età, carriera, Sanremo, YouTube e Instagram

Chi sono i Solis String Quartet: nomi, età, carriera, Sanremo, YouTube e Instagram

Tutto ciò che dovete sapere sui Solis String Quartet: i nomi, l’età dei componenti, la carriera, Sanremo, YouTube e dove seguirli su Instagram.

Solis String Quartet nomi e età

La formazione dei Solis String Quartet è composta dai seguenti nomi: Vincenzo Di Donna (violino), Luigi De Maio (violino), Gerardo Morrone (viola) e Antonio Di Francia (violoncello).

Vincenzo è nato a Torre Del Greco il 5 Agosto 1964. Luigi invece è nato a Meta il 20 Maggio 1965. Gerardo è nato a Pompei il 1 Marzo del 1968, infine Antonio è nato a Pozzuoli il 4 Marzo 1961. Le loro età dunque oscillano tra i 52 e 59 anni.

Ma vediamo ciò che riguarda la loro carriera.

Carriera

La carriera dei Solis String Quartet prende il via nel 1990 grazie ad di Antonio Di Francia che, insieme a Pasquale Cannavacciuolo (violino) e a Gerardo Morrone (viola) decidono di formare un quartetto d’archi che proponesse una musica che non fosse legata a quella classica. Per questo hanno iniziato a cimentarsi in alcuni pezzi trascritti da Di Francia. Al gruppo poi si è aggiunto Agostino Oliviero (violino) dando vita così alla prima formazione del Quartetto moderno (nome d’origine)

Nel 1991 il gruppo ha avuto modo di esordire al Teatro Palapartenope di Napoli durante il “Concerto per la pace” (nel periodo della guerra del Golfo). Qualche periodo più tardi Agostino Oliviero ha deciso di abbandonare e viene così sostituito dal fratello di Antonio, Giulio. La formazione prende così il nome di Solis String Quartet. L’anno successivo hanno avuto il piacere di collaborare con il Maestro Celso Valli e dopo un progetto insieme a Baglioni, Giulio Di Francia (violino) ha deciso di abbandonare il gruppo, tanto da essere sostituito da Vincenzo Di Donna.

Nel frattempo la carriera per loro è proseguita e tante sono state le collaborazioni e progetti a cui hanno potuto lavorare, fino a che nel 1996 un altro membro del quartetto, vale a dire Pasquale Cannavacciuolo ha decido di lasciare il posto a Luigi De Maio. Sempre nel medesimo anno hanno avuto il pacere di lavorare accanto a Bennato a cui seguirà una grande collaborazione di 5 anni.

Perfino l’arpista svizzero Andreas Vollendender è rimasto affascinato dai Solis String Quartet tanto da proporre loro di collaborare insieme, lavorando per diversi anni tra tour e dischi. Finalmente poi nel 2001 hanno pubblicato il loro primo album con tutti brani originali scritti da Antonio Di Francia. Tra gli ospiti del disco James Senese, Katia Ricciarelli, Rossana Casale e Walter Keiser.

Nel 2001 al Festival di Sanremo hanno accompagnato Elisa, che vincerà l’edizione, e due premi della critica, con Luce (Tramonti a nord est). Tre anni più tardi hanno invece lavorato all’album Perle di Gianna Nannini.

Insieme a Noa e Carlo Fava sono tornati nuovamente a Sanremo nel 2006 con la canzone Un discorso in generale, che gli è valsa il “Premio della critica Mia Martini”, per pubblicare poi il loro secondo album Promenade, distribuito in vari Paesi europei a dimostrazione di quanto siano stimati. Durante il 2008 il gruppo ha lavorato alla realizzazione dell’album dei Negramaro, La finestra.

Terzo album per loro nel 2009, R.evolution. Nel disco sono stati inseriti ben 15 canzoni di successo di altri musicisti italiani, che interpretano le rispettive parti vocali. Ma non solo, è presente anche il brano strumentale “Viaggiare”, composto da Antonio Di Francia.

Nel 2010 e 2012 per i Solis String Quartet altre due apparizioni a Sanremo. Nella prima hanno accompagnato Marco Mengoni, mentre nella seconda occasione Noa in duetto con Eugenio Finardi.

Sanremo

Come dicevamo dunque i Solis String Quartet non sono nuovi a Sanremo, vi hanno già partecipato in passato e stavolta lo faranno in veste di ospiti. Nella terza serata dedicata alle cover, infatti, si esibiranno accanto alla giovane cantautrice Giordana Angi.

Il quartetto proporrà insieme alla cantante una delle canzoni simbolo della carriera dell’indimenticabile Mia Martini: La nevicata del ’56. Ci sarà sicuramente da emozionarsi.

I Solis String Quartet su YouTube e Instagram

Per chi volesse c’è la possibilità di seguire i Solis String Quartet nel loro account ufficiale di Instagram, dove condividono tutto ciò che riguarda i loro progetti musicali. Ma non solo. È attivo anche un profilo YouTube dove sono presenti vari lavori da loro realizzati ed esibizioni.

Novella 2000 © riproduzione riservata.