Sembra che il Festival di Sanremo 2018 cominci finalmente a prendere forma. Manca ancora qualche mese, ma in questo stesso periodo, negli scorsi anni, molte cose riguardanti l’organizzazione erano già in funzione e al lavoro, mentre quest’anno ancora si procede lentamente. Ma, da qualche ora, è arrivata intanto una notizia fresca che fa piacere soprattutto ai suoi innumerevoli fan: Claudio Baglioni potrebbe essere il direttore artistico della prossima edizione, la sessantottesima. Su di lui, si sta lavorando incessantemente per donargli questo ruolo.

È lui il primo nome caldissimo quindi, anche se il cantautore romano probabilmente non condurrebbe il festival, come ha riportato Tv Sorrisi e Canzoni. In pratica quella che verrà sarà una sorta di edizione transitoria della kermesse dopo le tre edizioni presentate da Carlo Conti che, appunto, ne era anche il direttore artistico. Il lavoro di Baglioni sarebbe quindi “dietro le quinte”: in pratica il suo ruolo sarebbe “solamente” quello di contattare le case discografiche per avere la rosa di canzoni in cui pescare quelle che saliranno sul palco. Se quindi il grosso dell’opera al momento è questo, perché il vaglio dei pezzi da selezionare richiede tempo, questa mossa rappresenterebbe anche una boccata di ossigeno per i vertici stessi di Viale Mazzini. Con una celere scelta del direttore artistico del festival infatti, rimarrebbe ancora un po’ di tempo per selezionare al meglio i conduttori che saliranno fisicamente sul palco dell’Ariston. Com’è evidente, Baglioni non risolverebbe tutta la questione, anche perché sì, c’era assoluta necessità di addetti ai lavori, ma ora serve anche un big con cui almeno tentare di eguagliare il nome di Conti: come probabilità interne alla stessa Rai, si parla di Fabio Fazio (che sarebbe al suo quinto festival) e Antonella Clerici, ma i due nomi sono improbabili per impegni e svariate ragioni. Altrimenti, ci sarebbero Amadeus e Fabrizio Frizzi, o addirittura l’ennesimo ritorno di Pippo Baudo (ipotesi praticamente estintasi nelle settimane scorse).

Dall’esterno invece provengono i nomi di Gianni Morandi o Massimo Ranieri (anche se due musicisti senza un conduttore di razza, uno alla direzione artistica e uno alla conduzione non è vista come la migliore soluzione). Oppure anche quelli di Mika (che però ha detto no a luglio) o Alessandro Cattelan, tra i giovani. Senza considerare l’ipotesi più intrigante: e se i vertici Rai chiedessero a Maria De Filippi, in coppia con Carlo Conti nella passata edizione, la piena conduzione? Insomma, ancora per quest’altro nome toccherà aspettare un po’. Noi, stiamo alla finestra.

1Claudio Baglioni

Indietro
[fbcomments]