Stefano Cavia Novella 2000 n. 35 2022

NEWS

Torniamo a Sorridere con Stefano Scavia: le risposte dell’esperto

Redazione | 17 Agosto 2022

Il professor Stefano Cavia, odontoiatra di chiara fama, risponde a tutte le domande dei lettori di Novella sui problemi di cura dentale

Dentifrici sbiancanti

Funzionano veramente o sono puro e semplice marketing?

I dentifrici sbiancanti di nuova generazione tendono ad essere meno aggressivi, aiutando comunque la superficie dentale a mantenersi più chiara e più pulita.

Il loro effetto, però, resta blando e raramente riescono a soddisfare le aspettative del paziente. Possono esseri utili come ausilio per mantenere più duraturo ed efficacie il risultato dello sbiancamento professionale effettuato dal proprio dentista.

Sensibilità dentale

Perché i miei denti sono sensibili, e quali sono le cause che provocano la sensibilità?

La sensibilità dentale può avere diverse cause, ed è sempre raccomandato recarsi dal dentista per effettuare una diagnosi professionale.

Spesso il fattore scatenante può essere un’alterazione del tessuto dentale come un’abrasione dello smalto, una frattura o una perdita di sostanza, che porta all’esposizione della porzione innervata causando un’elevata sensibilità a caldo e freddo.

In altri casi il problema può nascere da una retrazione gengivale, che porta all’esposizione della superficie radicolare, naturalmente priva della protezione data dallo smalto.

Che cos’è e come avviene la desensibilizzazione con il laser?

La desensibilizzazione con il laser è un trattamento molto efficacie per ridurre il problema della sensibilità dentale quando questa è provocata da un’abrasione o da una esposizione della porzione vitale del dente.

In questi casi l’azione del laser è quella di rendere liquido un sottilissimo strato della superficie del dente, il quale poi solidificando crea una pellicola solida, trasparente e protettiva, che riduce la sensibilità del dente.

È un trattamento rapido, efficace ed economico, e non crea alcuna differenza percepibile nell’anatomia e nell’estetica del dente.

Tre regole per un sorriso d’oro

Quali sono le tre regole fondamentali per avere un sorriso d’oro? Prof.: Non esistono solo tre regole fondamentali, ma esiste un insieme di atteggiamenti preventivi per mantenere i tessuti naturali e sani, come una corretta igiene, visite di controllo periodiche e un rapporto continuativo con il proprio dentista. Chiediamo però un parere anche a Michela Agliocchi, professionista nel campo dell’innovazione estetica e titolare degli istituti di bellezza Michelle Beautè, amica e vera specialista nel campo della bellezza.

Michela Agliocchi

È importante enfatizzare le labbra perché caratterizzano il volto di una donna. Il primo segreto è mantenerle sempre idratate, sempre. Il secondo segreto è valorizzarle con il trucco, giocando con i colori. L’ultimo segreto, quello più importante, è la dermopigmentazione, che permette di realizzare correzioni permanenti sul volto.

a cura di Stefano Cavia