Flavio Insinna e la storia dei fuori onda: parla la concorrente offesa e non solo…

In questi ultimi giorni Flavio Insinna è al centro di una ferocissima polemica che ha diviso sia il web che l’opinione pubblica.

Tutto è iniziato con un filmato mandato in onda da Striscia la Notizia, il tg satirico in onda su Canale 5, che ha mostrato uno sfogo del conduttore durante un fuori onda di Affari Tuoi, il noto gioco dei pacchi in onda tutte le sere su RAI 1, in cui insultava alcuni concorrenti del programma. In particolare, in quell’audio diceva: «Cambiano la Costituzione  hanno truccato le votazioni per fare la Repubblica sennò votavano la Monarchia e noi non possiamo mettere nella busta 5 simpatici? Abbiamo preso una nana che parla con le mani davanti alla bocca se no sta muta. Avevamo 2/3 fighi e 7 dementi. Per farmi girare i cogli*** ce ne vuole, ci siete riusciti! Una nana ha giocato. Siamo riusciti a prendere degli stron** come sempre, a tutti gli speciali».

Nel giro di poche ore dalla pubblicazione dal servizio di Striscia, in Rete milioni di follower hanno commentato le parole di Flavio Insinna scagliandosi contro di lui.

Anche l’ex concorrente in questione, Rosy Seracusa, non ha apprezzato le parole del conduttore rivolte a lei e a La Zanzara Radio 24, ha dichiarato: «Io non sapevo nulla, ho scoperto tutto dalla tv (…) Ci sono rimasta malissimo, non mi sarei mai aspettata una cosa del genere, mi sento offesa: probabilmente lo denuncerò perché mi ha offeso pubblicamente». E poi ancora: «E’ tutta la giornata che ricevo telefonate e mi devo difendere da cose che non ho fatto. Quelle cose non le ho mai sentite prima, ho saputo tutto da Striscia, Insinna non le ha dette davanti a me. Con me è sempre stato cortese. Ma evidentemente Insinna ha due facce, una pubblica e una privata. Striscia la notizia ha fatto il suo mestiere, lavora così da sempre. Non so dove abbia preso le registrazioni (…) Non giustifico le sue frasi in alcun modo  non siamo amici. Nessuno della Rai finora si è fatto sentire. I miei parenti sono arrabbiati e delusi. Credevano in Insinna, lo vedevano come uno di cui potersi fidare, uno buono. Con i suoi autori si può arrabbiare quanto vuole, ma non mette in mezzo me la mia faccia, la mia professionalità. Io faccio l’informatore medico e ricevo continue telefonate da colleghi e amici per come sono stata trattata in tv. E’ una cosa che mi danneggia nel mio lavoro».

Infine: «Non siamo attori. Non siamo personaggi pubblici che possono sostenere una cosa del genere, le emozioni, le paure. Se voleva altre persone invitava degli attori e non se la prendeva con noi. Per me non deve più condurre in tv, ho perso la fiducia in un personaggio così».

Una vicenda spiacevole per il conduttore che sembra non volersi concludere. Striscia la Notizia, infatti, ha continuato a pubblicare altri fuori onda di Flavio che lo mostrano sotto una luce che sicuramente non è stata apprezzata dal pubblico.

Quello che non è chiaro di questa vicenda è come hanno fatto quelli di Striscia ad avere queste note audio. Secondo fonti Rai, infatti,  le conversazioni rese pubbliche sarebbero avvenute in un contesto privato di fronte ad un numero molto limitato di persone. Striscia la notizia, invece, fa sapere che la realtà non sarebbe questa e che anche la seconda parte degli insulti sarebbe stata fatta in studio, davanti al pubblico.

Nonostante siano in tanti ad aver aspramente criticato le parole di Flavio, molti sono dalla sua parte sostenendo che rimane comunque un professionista e che certe “sbavature” possono capitare.

A sostenerlo sia il  direttore di Rai1 Andrea Fabiano che, su Twitter, ha scritto: «Solidarietà totale, umana e professionale a Flavio Insinna» ma anche molti suoi colleghi come Antonella Clerici e Paolo Bonolis.

3foto

Nessun Articolo da visualizzare