Gianluca Mech Novella 2000 n. 50 2020

Gianluca Mech svela: ‘Ecco qual è la dieta con cui resto in forma’

Acquista il nuovo romanzo di Daninseries

Il guru di Tisanoreica Gianluca Mech, attualmente in TV come conduttore, svela a Novella 2000 qual è la dieta che usa per restare in linea.

Momento d’oro per l’imprenditore e conduttore Gianluca Mech. Oltre a essere protagonista di due trasmissioni – L’ingrediente perfetto su La7 con Roberta Capua e Ricette all’italiana su Rete4 accanto a Davide Mengacci e Anna Moroni – il guru di Tisanoreica continua a dedicarsi con impegno alla sua dieta fitochetogenica dai molteplici benefici, con un protocollo testato e supportato da molteplici studi scientifici.

Gianluca, perché ha pensato di dedicarsi alla dietetica?

“Purtroppo nella mia famiglia c’è una tendenza all’obesità. Mio papà è morto per delle patologie legate a questa condizione, che lo aveva fortemente limitato durante la sua vita. Mi ricordo i miei compagni di classe che potevano fare molte cose con il loro padre, che io non potevo: dallo sport alle passeggiate. A quel punto ho pensato di usare la tradizione erboristica della mia famiglia per controllare un processo metabolico che si chiama chetosi e che prevede la quasi totale sospensione dei carboidrati e l’utilizzo dei grassi come fonte di energia. Ora sono a capo di un’azienda con il maggior numero di pubblicazioni scientifiche al mondo sull’argomento”.

Vuol dire che tende a ingrassare? Non si direbbe.

“Spesso mi viene detto così, come se per me mantenere la linea fosse facile. Al contrario. Ho un metabolismo molto lento, come quello di mio padre. Intendiamoci, il metabolismo lento sarebbe quello buono e che consuma poco, utile nel passato anche recente quando le carestie erano ricorrenti e chi aveva un metabolismo lento poteva sopravvivere. In questo momento storico invece è esattamente il contrario”.

Cosa mangia quindi? È sempre in Tisanoreica, come si suol dire per co- loro che seguono la sua dieta?

“A dire la verità io faccio esattamente il protocollo della ‘fase intensiva’ Tisanoreica solo due volte l’anno. Una settimana in primavera e una in autunno, per depurare l’organismo e preparare il sistema immunitario al cambio di stagione. Durante l’anno, comunque, elimino le farine bianche e lo zucchero, limito le carni rosse e i formaggi e quando voglio mangiare qualcosa di dolce ricorro ai miei prodotti”.

L’esperienza in TV: i dolci “senza peccato”

A proposito di dolci, la sua nuova rubrica Il dolce perfetto, all’interno de L’ingrediente perfetto su La7, sta ottenendo un grande successo. Se lo aspettava?

“È stato davvero gratificante il riscontro del pubblico nei confronti di questa novità. Mentre la mia storica compagna d’avventura Roberta Capua continua a cimentarsi nella preparazione di vere e proprie ricette della salute, io e il tecnico di pasticceria Giacomo Vitali dimostriamo che è possibile preparare dolci meravigliosi e ‘senza peccato’. Basta sapere come si fanno. Vi assicuro che è difficile capire la differenza con quelli tradizionali”.

Su Rete4, invece, è impegnato con “Ricette all’italiana”.

“Condividere il set con dei professionisti del calibro di Davide Mengacci e Anna Moroni è un’incredibile opportunità. Così come partecipare a un programma storico di Mediaset, seguito anche all’estero”.

Tutte le novità della linea Tisanoreica

Successi TV a parte, quali sono le ultime novità della linea Tisanoreica?

“Durante il lockdown abbiamo presentato Tisanoreica 2020. Anche se il metodo Tisanoreica è sempre lo stesso, la nuova formula potenziata e perfezionata, consultabile sul sito Gianlucamech.com, oltre a garantire il consueto senso di sazietà migliora ulteriormente la digeribilità e l’assimilazione degli ingredienti essenziali, fondamentali per regolare l’appetito e il senso di fame. I principi attivi anti-age, inoltre, si prendono cura della pelle mantenendone elasticità e tonicità durante il dimagrimento. In questi giorni abbiamo lanciato i croissant a basso contenuto di carboidrati, rispetto a quello tradizionale che troviamo al bar. Una novità di cui vado molto orgoglioso”.

Insomma, una colazione, spuntino o merenda senza sensi di colpa: chi può mangiare i croissant?

“I croissant non sono utilizzabili solo durante una dieta chetogenica, ma può mangiarli anche chi deve tenere sotto controllo la glicemia come, per esempio, chi è affetto da diabete di tipo 2”.

Novella 2000 © riproduzione riservata.

Nessun Articolo da visualizzare