Jovanotti fa una smentita sul lavoro in nero al Jova Beach Party
Jovanotti

Jovanotti fa una smentita sul lavoro in nero al Jova Beach Party

1La smentita di Jovanotti

Nelle scorse ore si è parlato di presunte irregolarità che si sarebbero verificate nei cantieri del Jova Beach Party di Fermo. Dopo il chiarimento da parte dell’organizzazione, ora a metterci la faccia è Lorenzo Cherubini su Instagram. Nel corso di una live quotidiana Jovanotti ha voluto fare chiarezza e spiegare la sua posizione in merito.

L’artista ha fatto sapere di aver letto la notizia e di essere rimasto davvero spiazzato e preoccupato da ciò che viene scritto in giro. Per tale ragione ha deciso di esporsi. Ecco quanto gentilmente raccolto da Fanpage.it: “Ieri pomeriggio è uscita una notizia che riportava ci fosse stata un’ispezione nel cantiere di Jova Beach Part. Ed erano stati trovati lavoratori non in regola. Siccome è una cosa molto seria per quel che mi riguarda ed è una notizia che mi ha preoccupato”.

Jovanotti ha spiegato anche di lavorare dal 1988 con Trident e Maurizio Salvadori e di aver fatto diverse tournée insieme, ma non c’è stata mai una contestazione di questo tipo, che ieri l’ha totalmente spiazzato e allarmato. Il cantautore ha poi proseguito: “Sapendo che siamo nell’occhio del ciclone, che il Jova Beach Party, portando eventi così grandi in province piccole metta in moto un livore locale e micro vendette politiche nella zona, quindi ho pensato di essere nell’ennesimo caso”.

Poco dopo Jovanotti ha raccontato di aver domandato a Salvadori come siano andate le cose e ha aggiunto: “Il lavoro nero per me è una piaga enorme, una cosa molto seria, perché le leggi si rispettano”. 

Ma non è finita qui, perché a parlare è stato anche Maurizio Salvadori e in seguito Jovanotti è voluto intervenire anche su un altro argomento…

Indietro

Nessun Articolo da visualizzare