Lady Diana

Il principe William svela quello che ha nel cuore dopo la morte di Diana

1Il Principe William sulla copertina di GQ: “Mi sarebbe piaciuto che mia madre avesse conosciuto Kate”

Acquista il nuovo romanzo di Daninseries

Il principe William rompe il silenzio e parla di quello che ha nel cuore. «Mi sarebbe piaciuto che Kate avesse conosciuto mia madre», dice William riferendosi a Lady Diana, morta in un tragico incidente stradale – il 31 agosto 1997 – a Parigi mentre scappava a bordo di una Mercedes dai paparazzi dopo aver lasciato l’Hotel Ritz. Diana si trovava con Dodi Al-Fayed, suo compagno dopo la separazione da Carlo d’Inghilterra. La Mercedes viaggiava a forte velocità ed andò a schiantarsi contro un pilatro di cemento del tunnel dell’Alma.  Al-Fayed morì sul colpo mentre Lady Diana dopo poco.

William rompe posa per il magazine GQ inglese svelando e dice che per raggiungere la stabilità psicologica dopo la morte dell madre ha impiegato 20 anni. «George e Charlotte (i figli di William e Kate) non la conosceranno mai. Avrei voluto avere i suoi consigli.  Mi rende molto triste sapere che loro non la conosceranno mai». E’ la seconda volta che William parla di sua madre. Lo aveva fatto, in precedenza, nel documentario della BBC Mind Over Marathon. «Lo shock fu insostenibile. Ci convivo ancora oggi», aveva svelato il Duca di Cambridge.

La morte di Diana, che ha sconvolto il mondo anche perché era la principessa amata da tutti, è avvenuta quando William aveva 15 anni e Harry poco meno. Quest’ultimo ha dichiarato di essere stato in terapia dopo la morte di sua madre. «La stabilità a casa è davvero importante per me», ha detto poi il fratello del Principe Harry a GQ. «Voglio far vivere i miei figli in un mondo felice, stabile e sicuro. Voglio che George cresca in un ambiente reale e vivo e non dietro le pareti di un Palazzo. I media lo rendono più difficile ma combatterò per avere una vita normale».

La Regina Elisabetta oggetto di critiche: tutta colpa di un party

Indietro

Nessun Articolo da visualizzare