Raimondo Todaro: ‘Con Elisa Isoardi sempre più uniti, ma in ospedale con me c’era Francesca’

2Raimondo Todaro: la corsa in ospedale e il ritorno in pista

Prima di approdare in ospedale, dov’è stato operato di appendicite, Raimondo Todaro era con sua figlia ma, avvertiti i primi dolori, ha immediatamente contattato Francesca.

“Ho iniziato a sentirmi male il sabato notte, dopo la prima puntata di Ballando. La domenica sono andato a prendere mia figlia… Dopo un po’ avevo dolori e, conoscendo il mio corpo, ho pensato che non fosse normale. Avevo paura di stare da solo in casa con la responsabilità di mia figlia”.

È stato a quel punto che Raimondo Todaro non ha più potuto fare a meno dell’ex moglie Francesca.

“L’ho chiamata, è stata con me tutto il giorno, ha dormito a casa mia, il giorno dopo mi ha accompagnato
a fare l’ecografia che confermava l’appendicite.

I miei genitori sono arrivati a Roma dalla Sicilia il giorno dopo, quindi la presenza di Francesca è stata fondamentale per me. È la dimostrazione che quando dico che tra noi il sentimento si è solo trasformato, è la verità.

Già dalla scorsa settimana, in ogni caso, Raimondo si è sforzato di rientrare in pista, e lo ha fatto per il senso di responsabilità verso la nuova partner.

Sono tornato in pista per lei, perché se lo meritava. Vederla ballare da sola quando ero in ospedale è stato durissimo. Mi sentivo come se i miei parenti stessero festeggiando il Natale e io potevo solo guardarli.

I medici mi hanno detto che dovevo rimanere fermo per un mese, ma ho spiegato che conosco il mio corpo. Non ho fatto niente di pericoloso”.

I veri rischi, d’altronde, si corrono dietro le quinte…

Novella 2000 © riproduzione riservata.