Successivo >
Thomas Incontri Novella 2000 n. 26 2023

Spettacolo

Thomas Incontri: ecco chi è il mental coach più amato dai VIP

Redazione | 14 Giugno 2023

Intervista al mental coach delle star Thomas Incontri, esperto di mente e sfera emotiva da più di trent’anni

Vi siete mai chiesti quale sia il segreto del successo di tante star della tTV Che si tratti di cantanti, presentatori o attori, quasi tutti si affidano alla figura del mental coach per essere più performanti e superare i propri limiti. Ultimamente si sente parlare spesso di questa figura professionale. Ma di che cosa si occupa esattamente un mental coach? Lo abbiamo chiesto a Thomas Incontri, formatore riconosciuto dalla Comunità Europea che ci ha svelato i segreti di questo affascinante mestiere.

Intervista a Thomas Incontri

Chi è e cosa fa un mental coach?

Consigli di lettura: clicca qui se sei in cerca di un romanzo che ti faccia innamorare.

“Un mental coach è un trainer della mente. Come esistono i personal trainer, che si occupano di migliorare le performance fisiche dei propri assistiti, così il mental coach aiuta a far ritrovare il benessere mentale ed emozionale della persona.

Per diventare mental coach occorre una grande preparazione e anni di studio, preferibilmente in scienze umane e psicologia. Io, personalmente, ho dedicato trent’anni della mia vita allo studio di questa affascinante materia. In particolare, della programmazione neurolinguistica e della morfopsicologia. E, ad oggi, ho ottenuto il riconoscimento dalla Comunità Europea come mental coach certificato”.

Qual è la problematica maggiore che riscontri nei tuoi assistiti?

“La richiesta maggiore che ricevo è quella di aiuto nel superamento della paura e dei blocchi emozionali, che limitano di fatto la vita della persona e la conseguente auto-realizzazione. Possiamo distinguere due tipologie di paura: quella conscia, dettata da un pericolo reale e concreto, e quella inconscia, dettata invece da traumi emotivi che la persona non ha elaborato e continuano a influenzarla nella vita di tutti giorni. Ed è proprio su quest’ultima che vado a lavorare nelle mie sessioni di coaching.

Uno dei comportamenti che riscontro maggiormente è proprio l’autosabotaggio, il porsi dei limiti nel raggiungimento dei propri sogni e obiettivi. Il mio lavoro è quello di guidare la persona nello scioglimento graduale di questi blocchi per il ritrovamento del benessere mentale ed emotivo”.

Le star che si rivolgono all’esperto della mente

Molte star della TV si affidano a te. Cosa apprezzano maggiormente?

“Sicuramente l’approccio, semplice e diretto, e l’assoluta riservatezza. Mi piace semplificare concetti difficili, di modo che possano essere di aiuto e alla portata di tutti. Un corso che amano particolarmente è quello sull’intelligenza emotiva, in cui
spiego quanta influenza abbia il nostro quoziente emotivo, ovvero quel secondo cervello che risiede nella nostra pancia. E poi il metodo per individuare i canali di comunicazione della persona che si ha di fronte, con una semplice stretta di mano.

Sì, perché attraverso la morfo-psicologia è possibile capire dalla forma del volto quali sono i metodi principali di comunicazione della persona con cui stiamo parlando”.

Chi si rivolge a te normalmente?

“In realtà chiunque voglia fare un percorso di crescita personale. Come dicevo, in questi trent’anni, ho avuto come assistiti non solo molte star della TV ma anche imprenditori e persone della porta accanto. Tutti con un denominatore comune: voler ritrovare il benessere mentale ed emotivo. Sono anche docente all’Università di Milano e Napoli: insegnare alle nuove generazioni mi dà una grande soddisfazione, perché loro sono il nostro futuro ed è nostro dovere preservarle”.

a cura di Rossella Di Pierro