Astro Novella di Joss Novella 2000 n. 42 2020

Astro Novella di Joss: Lapo Elkann e la ‘copertina di apparenze’

Sentimenti, successi e cadute di Lapo Elkann nel profilo astrologico dell’imprenditore, tracciato dal nostro Joss Procino su Novella 2000.

Secondogenito di Margherita Agnelli e Alain Elkann, Lapo Elkann nasce a New York il 7 ottobre 1977 alle 7 del mattino (Bilancia ascendente Bilancia).

Il suo zodiaco, benedetto dalle stelle, risponde molto bene al suo stile di vita straordinario.

Molti personaggi sopra le righe non sono ben visti dal pubblico italiano. Il giovane Elkann, invece, ha tutta la simpatia del popolo perché si avverte la sua autenticità e creatività mista a una forte carica umana. Complice l’ascendente Bilancia associato al Sole con una stretta congiunzione a Plutone.

Chiaro è che chi detiene una vicinanza stretta tra ascendente e Sole ha una personalità molto forte, un ego smodato con tendenze teatrali. Tuttavia, il segno della Bilancia in cui casca questa amara congiunzione pone sempre Lapo nell’ottica del giudizio altrui.

Egli deve forzatamente fare i conti con ciò che gli altri pensano di lui, faticando fortunatamente a convivere con un egocentrismo implicito e sterile.

Il bisogno dell’approvazione altrui

La necessità di avere l’ammirazione altrui e di ottenere il consenso degli altri è di fondamentale importanza per Lapo. Ottenere sguardi di ammirazione: perché sei bello, ben vestito e affascinante.

In generale, quando Sole e ascendente cascano vicini e soprattutto nel segno della Bilancia, il segno per antonomasia delle necessità di conferme, il soggetto richiede continue verifiche sul proprio modo d’essere e di apparire, tramite l’opinione pubblica o il semplice giudizio di chi lo circonda.

È un tratto tipico della Bilancia, che mira alla perfezione estetica e all’armonia interiore per non essere giudicata. A differenza degli opposti zodiacali Ariete, che non richiedono conferme espresse o tacite. Gli Ariete si autoproclamano vincenti, perché il motto “io sono” rappresenta la natura di un segno eccessivamente sicuro di sé.

La Bilancia ha bisogno invece di rassicurazioni di terze parti. Anche se immagini o credi di essere il meglio, non puoi auto-eleggerti Mister Mondo senza il parere di altri. Forte è il bisogno di prevalere tramite il proprio savoir faire.

La creatività e l’originalità di Lapo Elkann

Uno zodiaco che parla di creatività e originalità. Plutone in prima casa conferisce a Lapo grande carisma e fascino. Un destino che parla di agi e ricchezze così come di potere e profonda sensibilità.

Certo è che Lapo Elkann si è confezionato un abito su misura che mostra alla folla per nascondere qualche tratto recondito della propria personalità. Un Plutone che segna una teatralità volta a negare fragilità relazionale e scarna presenza d’amore dalla famiglia d’origine.

Non tralasciamo il fatto che la Luna presente nel suo tema in Leone ci parla di una madre in vista e patinata dagli agi e lustri di una vita di ricchezze. Una madre fondamentalmente egoriferita, capace di fare causa all’asse ereditario di primo letto perché i figli nati da una seconda relazione pare non avessero i giusti meriti ereditari.

Forte è Urano nel segno dello Scorpione nel secondo campo che regala a Lapo Elkann una creatività quasi fantascientifica, creando accostamenti del tutto nuovi e fondati sull’avantgarde. Dagli occhiali creati con materiali originali alle automobili con interni in stoffe “elkanniane”.

Il confronto con l’altro sesso

Il trigono di Urano a Giove in Cancro, nona casa, ci parla di professione estere e legate all’immagine. La quadratura di Luna-Urano segna nuovamente le difficili relazioni con la figura materna, con le donne in generale, con l’abitazione e le residenze.

Lapo Elkann è infatti cittadino del mondo, a partire dagli innumerevoli spostamenti abitativi a cui è stato sottoposto nell’infanzia sino ad arrivare al suo recente trasferimento a New York. Qui ha acquistato l’attico di un famoso grattacielo.

E se volesse, appartenendo ad un vero esclusivo jet set, potrebbe comprare tutte le abitazioni che desidera.

Una famiglia che non ammette cedimenti

La quarta casa cade in Capricorno e punta il dito nuovamente sulla mancanza di protezione dell’ambiente famigliare, prestigioso ma severo. Non ci si può permettere di esternare troppo linguaggi d’amore o gesti di cuore, per rappresentanza e perché la famiglia esige molto.

Interessante è il nono campo in Cancro con la forte presenza di Giove nel segno. Esso ci racconta della sua famiglia, sentita come lontana e sognata.

Probabilmente, i continui spostamenti subiti in infanzia lo hanno formato in questo modo. Molte le lingue apprese e molta la facilità di apprendimento di idiomi differenti. Probabile è inoltre l’amore per la cucina e per il cibo, oltre che per il sesso.

Il decimo campo, trattante la realizzazione nel mondo, contiene un Marte gentile che ci racconta delle modalità con cui ha raggiunto la fama: per genitorialità e creativa personalità.

Venere in Vergine ci parla dell’amore per la famiglia tradizionale e un amore per il suo lavoro di creazione artistica.

Dietro quel suo essere un dandy amato dalla gente, rispettato e corteggiato dai più, si nasconde un uomo generoso, dai forti tratti romantici, riservato, in grado di mostrare il suo vero volto solo a chi è in grado di fare breccia nel suo cuore. Un cuore ermeticamente sigillato dai lucchetti degli ingiustificati giudizi ricevuti e dalla sua preziosa fragilità.

Buona vita insomma a Lapo Elkann!

Novella 2000 © riproduzione riservata.