Elodie svela un curioso battibecco con la vicina di casa

NEWS

Elodie svela un curioso battibecco con la vicina di casa

Andrea Sanna | 22 Febbraio 2023

Ospite della puntata di Deejay Chiama Italia, Elodie svela un battibecco avuto con la vicina di casa alle 8 del mattino

Il battibecco tra Elodie e la vicina

Il Festival di Sanremo 2023 sebbene si sia concluso ha ancora un impatto piuttosto importante. I vari protagonisti della kermesse canora, come Elodie, stanno promuovendo i loro progetti musicali e dunque li vediamo ospiti di trasmissioni radiofoniche e televisive.

Proprio Elodie, oltre alla musica, ha da poco debuttato anche su Amazon Prime Video con la docu-serie “Sento ancora la vertigine”. Qui si è raccontata a 360° gradi, rivelando anche alcuni aneddoti che riguardano il suo quotidiano:

“Quello che volevo raccontare in realtà di più è la normalità di questo lavoro. Si pensa e immagine di macchine, feste. Non è così. Io ho fatto tutto questo prima. Da quando lavoro ho delle responsabilità, come avere una sorta di figlio. Responsabilità che riguardano non solo me ma anche le persone che lavorano con e per me. Serve impegno e costanza”, ha spiegato Elodie oggi in radio a Deejay Chiama Italia.

Oltre a soffermarsi su alcuni aspetti del suo lavoro e le varie influenze musicali, Elodie ha anche raccontato un curioso retroscena. L’argomento è stato introdotto dal conduttore di Radio Deejay, Nicola Savino: “C’è questa vicina di casa di Elodie che ha i tacchi in casa al mattino. Abita sopra casa sua…”

Fatta questa piccola introduzione ha lasciato proprio la parola alla cantante che ha continuato: “Era un giorno di pioggia, le 8 del mattino. Mi sveglio, vado su da lei e le dico ‘Signora buongiorno. Scusi, può almeno la mattina non mettere i tacchi perché magari dormo’. Mi guarda e mi fa ‘Potevi comprare l’ultimo piano’. Te lo giuro. L’ho guardata…(…)”, ha confidato Elodie. Per poi aggiungere: “È stata talmente classista e orrenda. Poi mi sono immaginata tutta la sua vita con i figli ecc… Io non le ho detto niente. La prossima volta mi compro casa sua. Che le dovevo dire? Ho pensato. Faccio una festa pazza di notte, quando lei scenderà dirò ‘te potevi comprà na villa’. Una cosa del genere”.