Federica Panicucci, il ritratto della felicità: «L’amore mi ha travolta»

Federica Panicucci è un fiume in piena. Dopo la sua lunghissima storia d’amore con Mario Fargetta, la conduttrice ha infatti voltato pienamente pagina, ritrovando la felicità e il sorriso con il suo Marco Bacini, peraltro suo socio in affari, che sta con lei da un anno e mezzo. I due sono più complici e innamorati che mai, e di questo momento così bello e positivo, la Panicucci ha voluto finalmente parlare. Rivelando per la prima volta e con il cuore in mano ciò che prova, i suoi sentimenti e le sue emozioni attuali riguardo l’inseparabile fidanzato. Il periodo d’oro chiaramente sta investendo anche la sua carriera professionale, che Federica ha poi ricordato con orgoglio.

“L’amore per Marco mi ha letteralmente travolta, e io mi sono fatta travolgere”, ha confessato a Chi. Aggiungendo: “Sono positiva e ottimista per natura e, se affronti la vita così, ti può dare grandi soddisfazioni. Non mi sono mai fermata a pensare nulla di negativo, ero convinta che, anche nei momenti più difficili, avrei trovato la chiave giusta”. Una visione e un modo di affrontare le cose che sicuramente la aiuta molto. Ma non ci sono solo le questioni di cuore nella vita di una persona: anche quelle professionali concorrono nel quadro della soddisfazione personale. E anche per quanto riguarda questo campo, Federica è al settimo cielo: “Nella vita ho fatto più di quanto immaginassi”, ha detto la conduttrice di Mattino 5. Continuando: “Ho trasformato la mia passione in un lavoro, sono diventata mamma (Sofia e Mattia, avuti da Fargetta, ndr) e penso di aver colto tutte le occasioni. Ho vissuto tante esperienze, positive e negative, che hanno fatto di me la donna che sono”.

Ed è a tale proposito che la storica conduttrice del Festivalbar ha ricordato i suoi esordi, con un tenero sguardo al passato, ricordando una delle sue prime esperienze con uno dei volti che ha fatto la storia della televisione italiana. “Enzo Tortora era un uomo straordinario, provato ma orgoglioso”, ha ricordato Federica. Concludendo: “Lavorai con lui quando avevo 19 anni ed ero in quello studio quando tornò a Portobello (dopo il clamoroso arresto del presentatore per fatti di cui poi fu ritenuto estraneo, ndr) e disse: ‘Dove eravamo rimasti?’ (frase di Tortora rimasta nella storia, ndr). Con Adriano Celentano, invece, realizzai Arrivano gli uomini. Sette minuti prima di andare in diretta sul Tg1 per presentare il programma, arrivò Claudia Mori che disse: ‘Le domande che hai preparato non vanno bene, Adriano ha cambiato idea’. Pensai seriamente di scappare, ma poi mi feci forza e andai in onda improvvisando. Anche se sono una precisa che ama prepararsi, funzionò”. Il resto, è storia. Anche d’amore.

 

1Federica Panicucci e Marco Bacini

Indietro

Nessun Articolo da visualizzare