Fedez, il regista del video di Mille replica alle accuse delle drag queen

NEWS

Fedez, il regista del video di Mille replica alle accuse delle drag queen

Vincenzo Chianese | 28 Giugno 2021

Il regista del video di Mille di Fedez replica alle dure accuse delle drag queen e svela la sua verità: ecco le sue parole.

Parla il regista del video di Fedez

Da ormai diversi giorni Fedez ha pubblicato il suo nuovo singolo, Mille, in collaborazione con Orietta Berti e Achille Lauro. La canzone sta già spopolando e scalando le classifiche, e ha tutte le carte in regola per essere la vera hit dell’estate. Tuttavia qualche giorno fa è accaduto qualcosa che non è passato inosservato e che ha fatto discutere il web. Come è noto nel video di Mille appaiono anche delle drag queen, tra cui Paola Penelope. Proprio quest’ultima ha pubblicato sui social una lunghissima lettera per Federico, nella quale svela al rapper ciò che è accaduto sul set, e il trattamento (pessimo, stando alle sue parole) che lei e le sue colleghe hanno ricevuto. Paola, che naturalmente non ha incolpato il cantante, ha voluto far presente l’accaduto al marito di Chiara Ferragni, che nel mentre però non è intervenuto sulla questione.

A parlare alcune ore fa è stato invece Antonio Giampaolo, il regista del video di Mille, che a Sky Tg 24 ha replicato alle accuse ricevute. Il collaboratore di Fedez, come riporta anche Very Inutil People, ha affermato:

“Non intendo continuare la polemica ma voglio spiegare che ci dispiace non aver garantito la visibilità che Paola si aspettava. La nostra azienda racconta spesso tematiche LGTB e siamo molto sensibili al tema, quindi queste accuse ci sembrano fuori luogo. Penso che ci sia stata un’incomprensione. Abbiamo trattato Paola con riguardo. Aveva un camerino personale dotato di aria condizionata a uso suo e della collega, dal momento che il loro vestiario di scena è molto complesso, così come il trucco“.

Ma non solo. Successivamente il regista del video di Fedez fa una precisazione, aggiungendo:

”Per quanto riguarda il fatto che l’aiuto-regista abbia urlato al megafono ‘trans’, lo nego io come lo negano altre 68 persone presenti. L’ha sentito soltanto lei, che si trovava su un terrazzo a 70 m di distanza. Sono certo che ci sia stata un’incomprensione vista la distanza tra Paola e l’aiuto-regia. Ma ciò che a noi preme è che non si dica che il mondo dei videoclip sia discriminatorio. Noi ci teniamo a veicolare messaggi di parità di genere, si tratta di tematiche a cui siamo estremamente sensibili. Quindi questa è stata una polemica che lascia il tempo che trova“.

Paola Penolope dopo la replica del regista del video di Mille interverrà nuovamente? Nel mentre qualche giorno fa Fedez è stato attaccato nuovamente dal Codacons. Rivediamo cosa è accaduto.

< Indietro Successivo >