Matrimonio Ferragnez: Codacons contro il volo personalizzato, Luigi Di Maio chiede chiarimenti. La risposta di Alitalia

2Matrimonio Ferragnez: Luigi Di Maio chiede chiarimenti. Alitalia risponde

Matrimonio Ferragnez. La questione “volo brandizzato” ha agitato gli animi, tanto da arrivare fino ai vertici politici. Luigi Di Maio, vicepremier e Ministro del Lavoro e dello Sviluppo Economico, si starebbe infatti informando sull’avvenuto utilizzo del gate e del volo personalizzati. Ci si è chiesti, dunque, se tutto fosse nei termini del “possibile”. Non solo, anche il deputato del Partito Democratico, Michele Anzaldi, avrebbe fatto una richiesta al Ministero delle Finanze e delle Infrastrutture.

“Si dovrebbe stigmatizzare la decisione di personalizzare biglietti e schermi con il logo Ferragnez, considerate le difficili condizioni economiche della compagnia”.

A questo punto è stata Alitalia stessa a rispondere tramite un comunicato. La compagnia ha tenuto a confermare la normalità della cosa e ha specificato di non aver recato pregiudizio a nessun altro viaggiatore:

“Si è trattato di un volo dedicato. Ossia di un volo di linea già previsto nella programmazione operativa della compagnia. tuttavia è stato riservato ad un unico gruppo di viaggiatori che, quindi, erano gli unici al gate dell’aeroporto milanese. Si precisa inoltre che non si è trattato di una sponsorizzazione, ma di un normale accordo commerciale da inquadrare nella campagna pubblicitaria dell’azienda. Non si sono registrati disagi per i passeggeri in partenza dallo scalo di Milano Linate.“

Nessun Articolo da visualizzare