Nina Moric in ospedale per un problema al seno: il racconto

NEWS

Nina Moric in ospedale per un problema al seno: il racconto

Vincenzo Chianese | 3 Agosto 2023

Nina Moric rivela di essere finita in ospedale per 20 giorni a causa di un problema al seno: il racconto della modella

Il racconto di Nina Moric

Sono anni che Nina Moric è una dei volti più amati e seguiti del mondo dello spettacolo. Tuttavia da qualche tempo come è noto la modella ha deciso di allontanarsi dalla tv per dedicarsi alla sua arte e alle sue opere. In queste ore intanto Nina ha rilasciato una lunga intervista al settimanale Oggi, durante la quale ha raccontato di essere finita in ospedale per 20 giorni, a seguito di un problema al seno. Queste le forti dichiarazioni della Moric:

“A maggio ho avuto un problema al seno. Un’infezione che è finita in sepsi. Sono stata attaccata da un batterio, è spuntato come un nodulo che poi ha cominciato a espandersi. Sono andata in un ospedale milanese dove sono stati, diciamo così, negligenti. Mi hanno dato antibiotici, cose blande. Ma il male si è diffuso. Dopo un mese, il mio seno era viola, una ‘bomba’ che mi dava dolori atroci. Sono finita in codice rosso all’Humanitas. Ho rischiato, sono stata 20 giorni in ospedale. Mi hanno asportato il seno e la protesi. La vera ferita è che non è venuto nessuno a trovarmi, tranne un amico. E ce n’era un altro che mi chiamava dagli Stati Uniti. Stop. La mia famiglia non ce l’ho più”.

Proseguendo Nina Moric, che ha affermato che non si rifarà più il seno, ha anche spiegato perché nel corso del tempo si è sottoposta a diversi interventi di chirurgia plastica, e in merito ha affermato:

“Ho abusato di botulino e di acido ialuronico, ma è da due anni che non mi faccio punturine. Ora il mio specchio sono le mie opere: contorte, colorate, caotiche, ma con una ricerca di equilibrio. Una speranza di equilibrio. Perché quell’accanimento botulinico? Avevo il terrore di invecchiare, che è tipica del mio ambiente di prima. E guardi che non è solo questione di vanità. È la paura di non lavorare più. Se ti fai vedere con le rughe, ti insultano. Se le combatti, le rughe, ti insultano lo stesso. Ero schiava di quel sistema malato. Ho cercato di stare a quelle regole. Poi ho detto basta”.