Patrizia Rossetti a Novella2000.it:

NEWS

Patrizia Rossetti a Novella2000.it: “Il mio GF Vip” – ESCLUSIVO

Andrea Sanna | 22 Gennaio 2023

GF Vip 7

In un’intervista esclusiva a Novella2000.it Patrizia Rossetti ci racconta il suo GF Vip, tra chi l’ha delusa e non solo

L’intervista di Novella2000.it a Patrizia Rossetti

“In linea di massima sto bene. Sto facendo degli accertamenti per capire da dove arriva l’infezione che mi hanno trovato”, con queste parole Patrizia Rossetti rassicura sul suo stato di salute dopo l’addio alla Casa del GF Vip il 2 gennaio scorso. Un’avventura che per la conduttrice toscana si è rivelata “emozionante ma anche soffocante, psicologicamente una gran prova”.

Del percorso durato da settembre a due settimane fa la Rossetti non cambierebbe nulla, perché – ci dice – Sono stata me stessa, con pregi e difetti. Non ho finto, non ho interpretato un personaggio e non avevo l’obiettivo di creare dinamiche”. In certi momenti poteva forse provare a spiegarsi con toni più morbidi, ma alla fine – conclude – “Non me ne pento”.

Quando però le si chiede se si cimenterebbe nella stessa avventura una seconda volta, magari tra qualche anno come ha già fatto qualche collega, è categorica: “No grazie”. Una donna matura come lei ormai ha le sue abitudini, e adattarsi in un loft che ospita altre venti persone per molti mesi non è semplice come lo è per i più giovani. Al contempo però non trascura di sottolineare che l’esperienza le ha lasciato tanto. In primis gli amici, anche se le delusioni non sono mancate…

A questo proposito, nella Casa aveva inizialmente legato con Wilma Goich. Qualcosa però poi si è rotto, e durante la diretta del 16 gennaio la conduttrice ha dichiarato di aver recuperato filmati che le erano sfuggiti. Le abbiamo chiesto cosa crede che alla fine non abbia funzionato, nel rapporto con la cantante ligure.

“Rispetto a quel che dice la signora Wilma, lei non mi diceva le cose in faccia. L’ha fatto con altre persone. Diceva che con me non si poteva parlare e che ero nervosa, ma non mi pare che lei sia una persona calma! Io l’ho coccolata, le sono stata accanto in momenti legati alla grave perdita che ha subito. Poi però ho visto filmati di cose che nella casa mi ero persa: anche durante il nostro confronto ha finto. È sciocco alla nostra età, e non si fa. Se si è in disaccordo se ne parla. Lei dice di averlo fatto, invece ha sparlato di me con tanti concorrenti”.

Dell’aria gelosa che la Goich sembra avere verso Daniele Dal Moro che idea si è fatta?

“Ho trovato questa gelosia esagerata. Quando lui discute con Oriana lei è sempre lì in mezzo, come terzo incomodo. Un po’ strana e inquietante come cosa (ride, ndr). È solo un mio pensiero, ma a lungo andare è un atteggiamento deleterio, infatti ultimamente non li ho visti più farsi grandi confidenze, Daniele ha anche cercato altre persone con cui parlare. Più che altro spettegolano, e dire che per loro la pettegola ero io…”

Con chi ha legato maggiormente Patrizia Rossetti?

“Con Luca Salatino ho un bellissimo rapporto, lo stesso con Amaurys Perez, Elenoire Ferruzzi, Cristina Quaranta, che è molto spiritosa, divertente, persino più roboante di me. Devo dire che però, se dovessi fare una statistica, per fortuna sono di più quelli che mi hanno voluto bene”.

Ma ci sarà stato qualcuno che, Wilma Goich a parte, l’ha delusa…

“Sì, Antonino Spinalbese. Io gli ho voluto molto bene, mi piace come ragazzo e lo trovavo equilibrato, un po’ chiuso e timido. Poi però mi ha accusata di non aver avuto tatto verso Wilma, che come vede sta sempre in mezzo… (scherza, ndr) Il fatto è che se devo mandare a quel paese qualcuno lo mando perché ho una ragione per farlo, ed evidentemente Antonino non ha capito nulla di me, mi spiace. Quando Spinalbese si fa un’idea di una persona, poi difficilmente la cambia. Ma sbaglia a essere così categorico”.

Pensa che avrete modo di chiarirvi?

“Se vorrà cambiare idea va bene, altrimenti vivrò lo stesso come fatto fino a oggi”.

Chi sono secondo lei i più sinceri di questa edizione?

“Davide e Milena, ma anche Antonella”.

E i più falsi?

“Credo Giaele. C’è qualcosa in lei che non mi convince”.

Il più stratega secondo Patrizia Rossetti?

“Se la giocano Attilio, Daniele e Tavassi. Di Dal Moro in particolare non comprendo i continui up and down: una settimana è mieloso e meraviglioso, l’altra aggressivo. Mi perdoni se parlo fuori dai denti, ma uno può essere anche str***o, però lo apprezzo se è coerente. Chi cambia umore di continuo, invece, mi dà da pensare”.

Tavassi però è tra i più amati dal pubblico per la sua simpatia…

“È simpatico, sì. Ma non tira mai fuori nulla di serio, scherza sempre, forse un po’ troppo. Vorrei vedere anche altro. Dispensa consigli come fosse un profeta, ma non tutto quel che dice è la cosa giusta!”.

Tra gli strateghi il pubblico metterebbe anche Nikita. Lei invece ci andava d’accordo…

“Nikita o la capisci o niente. Io l’ho capita, e per questo mi è sempre piaciuta. Gli altri la vedono forte, per questo la temono. Mi spiace per quanto è successo tra lei e Luca, perché voglio bene a entrambi. Non credo che lui sia stato poco onesto, ma da donna capisco anche il punto di vista di lei. Sono due persone corrette, sincere e vere, mi auguro possano chiarire”.

A proposito di flirt, di quello tra Antonella ed Edoardo che opinione ha?

“Antonella mi ricorda un po’ me quando ero giovane, perché dice sempre quello che pensa ma il suo essere diretta la espone a fraintendimenti. Edoardo non credo sia il suo cagnolino, come qualcuno ha detto. Spesso ha anche cercato di cambiarla, ma io l’ho rimproverato: se vuoi cambiare una persona, significa che non la ami davvero. Rispetto ai primi tempi però l’approccio di Edoardo è cambiato, e credo che entrambi possano farsi del bene a vicenda”.

Chi vincerà il gioco, secondo Patrizia Rossetti?

“Per me il vincitore doveva essere Luca, ma dato che si è ritirato oggi dico Davide. L’ho conosciuto meno, ma posso sicuramente dire che è una persona pura, istintiva e sincera”.

Nella Casa Patrizia Rossetti ha avuto diversi scontri, da Antonino a Daniele passando per Dana. Col senno di poi cosa pensa di quelle liti?

“La discussione con Antonino è nata dal nulla, lui aveva già in corso una lite con Luca e Daniele e io sono stata messa in mezzo. Con Dana invece abbiamo chiarito, e il giorno dopo mi ha portato il caffè in camera. Con Daniele abbiamo litigato per una scatoletta di tonno: gli avevo solo chiesto dove l’avesse trovata, lui mi ha dato della rompic***** prima di confessare che l’aveva nascosta. Per me era ingiusto, non si nascondono le cose che appartengono al gruppo. Io mi sono difesa bene, ma lui avrebbe potuto usare altri modi”.

Tra gli insulti che ha ricevuto, la Goich le ha rinfacciato di “avere dei problemi”, mentre Antonino le ha dato della pettegola. Come si difende oggi?

“La signora Wilma deve stare molto attenta a dire che io ho dei problemi. Fisici forse adesso, ma li sto risolvendo. Di certo non ho problemi psicologici, non sono mai andata da uno psicanalista, non ne ho bisogno. Sono una donna con i piedi per terra e ho le mie regole e abitudini. Non si dice una cosa del genere, non lo trovo carino. Ad Antonino invece rispondo che ho chiacchierato come gli altri. Quando dovevo dire qualcosa mi rivolgevo alla persona interessata. Poi sono libera di parlarne con chi voglio, e non è un pettegolezzo”.

Alti e bassi anche con Pamela Prati. È vero che al momento la showgirl non le rivolge parola?

“Sì, è l’unica che in studio non mi saluta. Io non la forzo, anche in casa non mi ha parlato per dieci giorni. Ognuno ha i suoi tempi, se vorrà io ci sono. In casa ha detto che non mi stima e non mi rispetta, quindi se non ha voglia di salutarmi è libera di farlo. Io posso dire di non averla mai giudicata per il suo passato. Certo, aveva un atteggiamento altalenante: una settimana era fantastica, l’altra non rivolgeva la parola a nessuno. Dopo la sorpresa della mia amica Emanuela Folliero mi ha abbracciata, e l’ho trovata carina e disponibile. Ha messo una croce su di me dopo che l’ho nominata per non aver difeso me e Wilma sulla questione del Tg di Attilio. Ma si tratta di una cosa stupida… Se il pubblico ti vuole bene ti salva, altrimenti ti manda fuori. Non sono io a dare il colpo di grazia”.

Le chiedo infine un ricordo personale di Gino Landi, scomparso nei giorni scorsi e con cui ha lavorato spesso.

“È stato un piccolo grande uomo, piccolo di statura ma grande regista e coreografo. Riusciva a farmi cantare, ballare, ridere. Amava il suo lavoro e quando insegnava sentivi la passione che aveva. Io avevo fatto un duetto con Giorgio Mastrota insieme a Heather Parisi, e l’anno dopo l’ha fatto lei. La Parisi ha lasciato un like al post che ho condiviso su Instagram per ricordare quella volta. Ci sono miei colleghi che non si degnano neanche di seguirmi, lei invece mi segue e mi ha mandato anche un cuoricino. Questa cosa mi ha fatto piacere, perché i grandi personaggi sono le persone più umili. Lo scriva!”.

Aggiungi alla collezione

No Collections

Here you'll find all collections you've created before.