Ristoranti dopo il Coronavirus: come saranno e tutte le misure di sicurezza

Ristoranti e bar dopo il Coronavirus: come saranno e tutte le misure di sicurezza

1Come saranno i ristoranti e bar dopo il Coronavirus? A raccontarcelo è il direttore di Novella 2000, Roberto Alessi. Ecco tutte le misure di sicurezza adottate dal Goga di Milano, il primo anti Covid-19

L’emergenza sanitaria da Covid-19 ha messo in ginocchio il nostro Paese. Adesso con la Fase 2 si tenta di ritornare alla normalità, seppur con non poche difficoltà. In tanti si chiedono come saranno bar e ristoranti dopo il Coronavirus e quali misure di sicurezza saranno adottate. A svelarci cosa succederà è il nostro direttore di Novella 2000, Roberto Alessi, il quale ha avuto il piacere, tramite Visto TV, di scoprire e raccontarci come si sta attrezzando il Goga Caffè – cucina e catering, ristorante e bar del centro di Milano, nella storia via Giulini, ora chiuso per ovvi motivi.

Al momento si stanno aspettando tutte le direttive da parte del Governo Conte e se alcuni bar hanno iniziato a tirar su le serrante, per i ristoranti ci sarà da attendere almeno fino a Giugno. Sebbene non ci sia alcun protocollo ufficiale da parte di Palazzo Chigi o della Regione Lombardia, il Goga sta provvedendo da sé. Dario e Neri, proprietari del locale, stanno sistemando l’interno nel migliore dei modi per garantire così massima sicurezza ai clienti.

La prima novità che vedremo, quasi certamente, in ristoranti e bar dopo il Coronavirus sono i divisori in plexiglas, già adottati in Cina come abbiamo potuto vedere in TV.

Ristorante bar – Goga di Milano

Così anche Dario e Neri Goga hanno deciso di prepararsi all’apertura, e hanno raccontato al nostro direttore Roberto Alessi, cosa ci dobbiamo aspettare in futuro:

“Abbiamo preso come modello la Cina. Ci siamo documentati il più possibile sulla malattia, a partire da come si trasmette. Poi, inevitabilmente, siamo venuti a conoscenza anche di tutti i rimedi per evitare i contagi”.

Ipotizzando poi una riapertura a Giugno di ristoranti e bar dopo il Coronavirus, ecco come ci si dovrà comportare, se si fa visita al Goga di Milano. Di certo queste misure di sicurezza saranno adottate anche da altri colleghi:

“Ogni cliente arriverà con la sua mascherina. Se, ad esempio, dovesse arrivare lei nel nostro locale e in quel momento siamo al completo, dovrà attendere fuori, dove abbiamo un dehors d’attesa. Appena il tavolo sarà disponibile troverà il dispenser automatico con il gel disinfettante per mani”.

Hanno continuato Dario e Neri, tra una chiacchiera e l’altra con il direttore Roberto Alessi. A seguire, andando ad approfondire l’argomento, i due proprietari del Goga di Milano hanno svelato le altre misure di sicurezza per ristoranti e bar dopo il Coronavirus

Indietro
Novella 2000 © riproduzione riservata.