NEWS

Sabrina Impacciatore “la seconda donna” di Sanremo che ha conquistato il pubblico e la critica

Maura Messina | 12 Febbraio 2018

Festival di Sanremo Sanremo

Se Michelle Hunziker è stata l’una presenza femminile che ha dominato il palco dell’Ariston durante il Festival di Sanremo, Sabrina […]

Se Michelle Hunziker è stata l’una presenza femminile che ha dominato il palco dell’Ariston durante il Festival di Sanremo, Sabrina Impacciatore lo è stata nel dopo Festival, l’appuntamento divertente e ironico in onda in seconda serata, dopo la competizione.

Sabrina Impacciatore è un’attrice italiana di successo con una personalità magnetica e una grande verve. Simpatica e auto-ironica per tutte e cinque le serate del Festival ha tentato di essere la “quarta presentatrice” divertendo il pubblico con questo simpatico tormentone. Durante l’ultima serata, l’attrice è salita sul palco dell’Ariston con un voluminosissimo ed elegante abito a balze, piccolo particolare:  è caduta a terra, scivolando su tacchi altissimi. Una scena comica da molti interpretata come una gag organizzata a tavolino da lei e i presentatori che l’hanno aiutata a rialzarsi. In realtà nulla è stata preparato e Sabrina è inciampata per davvero. In quell’occasione l’attrice mentre scendeva le tanto temute scale aveva detto di aver  “coronato un sogno”, ovvero condurre il Festival di Sanremo indossando un abito da principessa. Lo stesso Claudio Baglioni ironicamente ha affermato che lei era  “la quarta conduttrice”, la quale ha prontamente risposto con una battuta hot “Facciamo una cosa a quattro”.  Un momento simpatico che ha fatto sorridere l’Ariston e il pubblico a casa. Sabrina è una donna eccentrica e carismatica che ha piacevolmente colpito i telespettaori. Durante il Festival anche lei ha indossato degli abiti elegantissimi con colori forti e fantasie vivaci delle migliori maison di moda come: Missoni,  Raviolina Roma, Atelier Emé,  Alberta Ferretti e Sandra Mansour.

Biografia Sabrina Impacciatore

Di origine Romana, ha seguito corsi di recitazione presso l’Actors Studio di New York e a Roma con Cosimo Cinieri, Lucia Poli, Francesca de Sapio, Michael Margotta, Jack Waltzer. Scoperta da Gianni Boncompagni che la lancia come ragazza pon pon a Domenica In per poi  lavorare nella redazione di Rock ‘n’ Roll (1993), uno spin-off di Non è la RAI, programma al quale prende parte dal 1993 al 1994 curando l’angolo della posta, del dibattito con le ragazze del programma e interpretando alcuni sketch comici; all’interno del programma ha anche interpretato due pezzi come cantante e condotto il gioco di uno sponsor. Nel 1997 torna in TV interpretando il ruolo di “Darla” in Macao, sempre con Boncompagni. Negli anni 2000 ha condotto su LA7 la trasmissione La valigia dei sogni, e nello stesso periodo, con il film …e se domani, ha vinto il premio come migliore interpretazione femminile al Festival di Annecy. Sempre all’inizio del III millennio ha partecipato a varie trasmissioni televisive interpretando personaggi irriverenti, tra cui una parodia di Lara Croft, protagonista del celebre videogioco Tomb Raider, in programmi come Ciro presenta Visitors. Interpreta inoltre ruoli in radiodrammi o radiosceneggiati. Nel 2001 ha vinto al Flaiano Film Festival come migliore attrice non protagonista per L’ultimo bacio. Nel 2008 ha recitato nel videoclip Drammaturgia del gruppo musicale rock italiano Le Vibrazioni, e ha inoltre ricevuto due candidature di fila ai David di Donatello come migliore attrice non protagonista: una nel 2007 per N (Io e Napoleone) e l’altra nel 2008 per Signorina Effe. Nel 2009 è inoltre protagonista nella miniserie televisivaDue mamme di troppo, su Canale 5Nel 2010 torna sul grande schermo con il film Baciami ancora di Gabriele Muccino, ed è scelta come conduttrice del Concerto del Primo Maggio, prima donna in assoluto nella storia della manifestazione. Nel giugno dello stesso anno partecipa a La camera scura, una mostra di foto d’attori, organizzata da Amnesty International e presentata a Roma, per dire no alla pena di morte; nello stesso anno recita nel film Diciotto anni dopo, mentre dodici mesi dopo è nel cast di Una donna per la vita. Tra il 2013 e il 2015 è poi tra le protagoniste delle pellicole Amiche da morirePane e burlesque e Sei mai stata sulla Luna?

La vedremo nuovamente al cinema con il film di Gabriele Muccino “A casa tutti bene”.