Sandro Mayer è morto

Sandro Mayer è morto: addio al direttore di DiPiù e volto di Ballando con le Stelle

Addio al direttore di DiPiù e volto storico di Ballando con le Stelle che fu anche a capo di Novella 2000. Sandro Mayer è morto a Roma all’età di 77 anni.

Il mondo del giornalismo e della cultura d’evasione si è svegliato questa mattina apprendendo una drammatica notizia. Il giornalista Sandro Mayer è morto infatti nella notte, dopo essere stato ricoverato all’ospedale Fatebenefratelli di Roma. All’età di 77 anni (ne avrebbe compiuti 78 a dicembre) si è spenta una delle ultime firme più garbate e discrete del gossip.

Sandro Mayer era ultimamente conosciuto per il suo impegno come direttore dei settimanali DiPiù e DiPiù TV, nonché come storico giudice di Ballando con le Stelle. Qui si è sempre distinto per la cordialità nell’approccio con i concorrenti, ma soprattutto nel garbo con cui replicava alle provocazioni degli altri giurati. Per queste ragioni, Milly Carlucci gli è sempre stata molto affezionata, riconfermando la sua presenza di anno in anno.

La carriera di Sandro Mayer è iniziata però negli anni Settanta, prima come traduttore e in seguito come giornalista. Dopo aver lavorato anche per Novella 2000, all’inizio degli anni Ottanta e per un ventennio fu alla guida della rivista Gente.

Sandro Mayer è morto questa notte, ma non sono ancora chiare le cause del decesso. Attualmente sono però tantissimi i colleghi e gli amici che, appresa l’inaspettata notizia, hanno espresso il loro cordoglio nel modo più immediato possibile. Su Twitter, in particolare, la collega Selvaggia Lucarelli che con Mayer ha lavorato proprio a Ballando con le Stelle, ha scritto: “E’ morto un amico e l’ultimo vero direttore/manager rimasto”. Appreso anch’egli della morte di Sandro Mayer, Marco Liorni ha rievocato invece il suo indispensabile sostegno: “Ricordo i tuoi consigli in un momento difficile. Ancora grazie”.

Morte Sandro Mayer: il ricordo di Roberto Alessi a Storie Italiane

Profonda commozione anche da parte dell’attuale direttore di Novella 2000, che ha ricevuto la notizia della morte di Sandro Mayer in diretta TV nell’ultima puntata di Storie Italiane. A Eleonora Daniele e al pubblico di Rai 1 che gli chiedevano un commento sull’accaduto, Roberto Alessi ha così ricordato la professionalità e l’umanità del collega:

“Mayer credo sia stato il più grande giornalista popolare nel senso autentico del termine, arrivando all’anima e alla pancia della gente e dando voce alla gente. Un grande professionista che ha dato tantissimo al lavoro e ha dato tanto lavoro. Posso vantarmi del fatto che sia stato anche lui direttore di Novella 2000, e se oggi io stesso sono qui è anche per merito suo. Nonostante la sua grandissima dedizione al lavoro, non ha mai trascurato la sua famiglia e sono felice che in tempi recenti sia diventato anche nonno”.

Novella 2000 © riproduzione riservata.