Pierluigi Diaco, scontro con Alda D'Eusanio- Non fare il moralista

Spettacolo

Scontro tra Pierluigi Diaco e Alda D’Eusanio: “Non fare il moralista e l’insegnantino”

Andrea Sanna | 9 Novembre 2023

A Bella mà scontro tra Pierluigi Diaco e Alda D’Eusanio: “Non fare l’insegnantino e il moralista”, ha detto lei

Pierluigi Diaco si scontra con Alda D’Eusanio

Diverbio durante la puntata odierna di Bella Mà tra Pierluigi Diaco e Alda D’Eusanio. La giornalista è stata ospite e durante uno scambio di vedute i due sono stati protagonisti di un battibecco. Il tema della puntata era “le parolacce in TV”.

Secondo Alda D’Eusanio tutto sta nell’intenzione di dire le cose, mentre invece Pierluigi Diaco la pensa in maniera totalmente opposta. Per lui è poco educativo un atteggiamento del genere.

“Se come dici tu Checco Zalone non può più andare in televisione, Antonio Albanese andrebbe censurato ogni volta che parla. Questo sto dicendo…”, ha fatto presente il suo pensiero Alda D’Eusanio. Di diverso avviso invece Pierluigi Diaco che ha ripreso la sua ospite: “No, però, segui il mio ragionamento. Perché Checco Zalone e Antonio Albanese sono autori di sé stessi e non hanno la responsabilità di lavorare tutti i giorni per un’azienda pubblica, che è la prima azienda….”

“Ma la televisione educa, sono degli esempi e degli idoli e molto più di fare i conduttori”, ha insistito Alda D’Eusanio. Il conduttore di Bella ma’ però contrariato ha bloccato nuovamente la collega:

“No, fermati un attimo. Ascolta… un conto sono casi episodici, che la televisione ospita e la parolaccia rientra nella sceneggiatura di una parte scritta da questi sceneggiatori. In qualche modo è funzionale al loro numero televisivo. Un conto è un programma televisivo che tutti i giorni entra nelle case degli italiani e chi conduce ha la responsabilità di mantenere un linguaggio all’altezza delle persone”.

Il pubblico ha applaudito Pierluigi Diaco per questo suo discorso, il quale ha continuato a far valere la sua tesi su un argomento così importante come il linguaggio in TV, Ma Alda D’Eusanio gli ha suggerito di non fare il moralista: “La stessa cosa sono i grandi personaggi televisivi. La volgarità sta nell’intenzione di dire la parolaccia, non nella parolaccia in sé. Non mi piace quando fai l’insegnantino e mi rifiuto di pensare tu sia così”.

“Io non sono un insegnantino e sto solo esprimendo un mio pensiero. Non sono un moralista così, ma orgogliosamente”, ha concluso Pierluigi Diaco mettendo fine alla discussione a Bella ma’.