Single Party Novella 2000 n. 48 2022

sponsor

Unglover Single Party: secondo appuntamento con l’evento del momento

Redazione | 24 Novembre 2022

Unglover Single Party ti dà un secondo appuntamento! Nuova festa all’insegna di musica e nuove conoscenze domenica 27 novembre 2022

Se sei single e fatichi a trovare l’anima gemella per la tua timidezza, ecco l’App che fa… la prima mossa per te! Domenica 27 novembre, alle ore 20.30 presso l’Hollywood Rythmoteque si terrà l’Unglover Single Party.

La locandina dell’evento

Vieni anche tu a scoprire di cosa si tratta, e lasciati trascinare dal ritmo della festa! Scarica l’App di Unglover e approfitta di questa occasione senza tirarti indietro: non te ne pentirai.

Mooney Easycassa Novella 2000 n. 49 2022

sponsor

Registratore Easycassa: il meglio per ospiti e ristoratori

Redazione | 23 Novembre 2022

Easycassa a Cortesie per gli Ospiti Gli appassionati di Cortesie per gli Ospiti – Ristorante (in onda dal 7 al […]

Easycassa a Cortesie per gli Ospiti

Gli appassionati di Cortesie per gli Ospiti – Ristorante (in onda dal 7 al 18 novembre su Real Time e Discovery+) lo sanno: il premio più ambito dai ristoratori coinvolti è stato EasyCassa, il registratore di cassa telematico di Mooney con tecnologia in cloud, pensato per tutte le strutture ricettive e per diverse tipologie di attività retail che si occupano di vendita al dettaglio.

EasyCassa, nato dalla strategia di open innovation all’interno di Mooney, è la soluzione “tutto incluso” che ha cambiato profondamente il settore Food & Beverage. Con un semplice e trasparente canone mensile include le funzioni necessarie per gestire in modo smart ordini, conti e vendite, accettando tutti i tipi di pagamento in totale sicurezza, senza costi extra per assistenza, aggiornamenti software o adempimenti normativi.

In ciascuna delle 10 puntate di Cortesie per gli Ospiti – Ristorante due coppie in gara hanno portato i giudici nel loro ristorante preferito. Al termine di ogni cena o pranzo i giudici hanno votato in segreto, ognuno per la propria categoria, e il ristorante migliore si è aggiudicato un premio speciale: EasyCassa.

“Il product placement all’interno di Cortesie per gli Ospiti – Ristorante è stato la scelta perfetta per una soluzione come EasyCassa”, ha dichiarato Carlo Garuccio, Mobility & EasyCassa Director di Mooney. “L’obiettivo era posizionarla come un vero e proprio business companion per il retail. Un assistente che vada oltre la semplice soluzione di cassa, aiutando l’esercente a digitalizzare e rendere più efficiente il modo in cui gestisce l’attività nel suo complesso”.

Mooney al servizio della comunità

Mooney è la fintech italiana di prossimità controllata da Enel e Intesa Sanpaolo attraverso Enel X e Banca 5, che valorizza l’eredità di SisalPay nel settore dei pagamenti.

Grazie a una rete capillare di oltre 45mila esercizi convenzionati e completamente integrata con l’ecosistema digitale, Mooney svolge un importante ruolo sociale garantendo alla comunità di accedere in modo semplice, veloce e sicuro a un’ampia gamma di servizi. In particolare, permette di effettuare operazioni di incasso e pagamento come bollette e PagoPA, emissione e ricarica di carte prepagate, ricariche telefoniche, acquistare biglietti di trasporto e parcheggio, e usufruire di servizi transazionali prima disponibili solo presso gli sportelli bancari – come ritiro di denaro contante, bonifici e MAV.

Italfarmacia Novella 2000 n. 49 2022

sponsor

Italfarmacia: fai un regalo alla tua salute e alla tua linea

Redazione | 23 Novembre 2022

Inflammaging: cos’è e cosa comporta Se il grasso superfluo è il nostro problema, tanto più se non siamo giovanissimi, dobbiamo […]

Inflammaging: cos’è e cosa comporta

Se il grasso superfluo è il nostro problema, tanto più se non siamo giovanissimi, dobbiamo correre ai ripari. Invecchiare è un processo fisiologico che coinvolge l’organismo a tutti i livelli: cambia il metabolismo, perdiamo neuroni e quindi la memoria, le cellule invecchiano e muoiono, nel DNA si accumulano mutazioni che favoriscono l’aumento dell’incidenza dei tumori, e anche il sistema immunitario perde efficienza.

L’invecchiamento comporta anche una risposta infiammatoria, per questo si usa il termine inflammaging, fusione tra inflammation e aging, ossia “invecchiamento infiammatorio”.

A Claudio Franceschi, immunologo di fama mondiale, dobbiamo la scoperta, negli anni ’90, della presenza di uno stato di infiammazione cronica di basso grado che caratterizza l’anziano. Perciò lo studioso, nel 2000, ha individuato questo processo come uno tra i meccanismi biologici fondamentali dell’invecchiamento, definendolo inflammaging.

C’è una relazione profonda fra questa infiammazione e le patologie età-associate: le patologie cardiovascolari, il diabete, i tumori, le demenze e cosi via.

L’avanzare dell’età provoca cambiamenti anche nel microbiota intestinale, che è in grado di mandare messaggi a tutti gli organi e apparati del corpo umano. Nei centenari e nei loro figli, un esempio di invecchiamento in salute, l’inflammaging è molto più bassa rispetto alla loro età. È evidente quanto per la salute sia fondamentale tenere sotto controllo l’infiammazione che dipende dal patrimonio genetico, sul quale non possiamo intervenire, ma anche dallo stile di vita.

Cambiare lo stile di vita

Fumo, eccesso di alcool e di calorie, il consumo di alcuni tipi di cibo, sovrappeso, sedentarietà, stress cronico sono tra i fattori che favoriscono l’infiammazione.

Sappiamo che il sovrappeso e ancor peggio l’obesità sono un importante fattore di rischio per lo sviluppo di patologie croniche e degenerative: malattie cardiovascolari, metaboliche, degenerazioni del sistema nervoso centrale. Il tessuto adiposo è anche sorgente di ormoni che possono influenzare alcuni tipi di tumori, come quello alla mammella. Insomma, liberarsi delle adiposità localizzate è fondamentale per la salute prima ancora che per l’aspetto estetico.

Il trattamento chetogenico LIPOSUZIONE ALIMENTARE con AMIN 21K consente di “aggredire” non solo il grasso sottocutaneo ma anche il grasso addominale, con riduzione dei livelli di infiammazione.

Il trattamento chetogenico è un metodo sicuro, in quanto validato a livello internazionale da decenni di studi, sperimentazioni e dall’esperienza positiva di milioni di pazienti in tutto il mondo. Non è un protocollo “fai da te”, ma da seguire sotto controllo di un esperto.

Uno dei motivi per cui molte diete falliscono ridiede nella difficoltà a controllare la fame. Con il trattamento chetogenico lo stimolo della fame sparisce in 48/72 ore, quando l’organismo entra in chetosi.

La durata, a seconda del trattamento scelto, va dai 10 giorni a 2-3 settimane e si perde dal 7 al 10 % del peso corporeo. Se non fosse sufficiente, può essere ripetuto dopo un periodo di mantenimento.

Non è un trattamento iperproteico, ma è di fondamentale importanza stabilire il corretto apporto di proteine. A tal fine si utilizza l’integratore proteico AMIN 21K, adeguato sotto il profilo sia quantitativo che qualitativo.

Gli integratori proteici non sono tutti uguali: AMIN 21K è un integratore a base di proteine di siero del latte, con l’arricchimento di aminoacidi essenziali in proporzione ottimale. È disponibile nei gradevolissimi gusti vaniglia e cacao e gusto neutro.

Novità: le barrette proteiche AMIN 21K BAR

Altro grande vantaggio: la LIPOSUZIONE ALIMENTARE con AMIN 21K consente di preservare la massa magra. Perciò anche chi non è più giovane può intraprendere questo percorso senza ritrovarsi i muscoli flaccidi. Ha dimostrato la sua efficacia sia per le donne, anche in menopausa, che per gli uomini.

Alla fine del percorso sarà necessario adottare un regime dietetico adeguato alle singole esigenze, per mantenere i risultati raggiunti.

Un ulteriore supporto durante il trattamento è costituito dalle barrette proteiche AMIN 21K BAR, di qualità superiore. Altissima percentuale di proteine, 0 zuccheri, adatte agli intolleranti al lattosio, senza glutine, senza grassi idrogenati, senza OGM, al gradevolissimo gusto cioccolato.

Le barrette AMIN 21K BAR possono essere assunte indipendentemente dal trattamento dimagrante, da coloro che hanno bisogno di un’integrazione proteica, dagli sportivi, dai diabetici, come ottimo ed efficace spezza-fame.

IPC Method Novella 2000 n. 49 2022

sponsor

Dimagrire mangiando di tutto con IPC Method: la storia di Barbara

Redazione | 23 Novembre 2022

Penultimo episodo della storia di Barbara e di come è riuscita a perdere quasi 20kg con IPC Method®, i suoi trattamenti e integratori

Grazie a IPC Method

Ecco la storia di Barbara Corrado, 48 anni, di Latina, sposata, con tre figli, casalinga a tempo pieno, che ha deciso di perdere definitivamente peso affidandosi a IPC Method®. Per dimagrire, negli ultimi anni le aveva davvero provate tutte: bibitoni, tisane, pasti sostitutivi, digiuni intermittenti, ottenendo scarsissimi risultati.

Quando a inizio giugno si è rivolta al centro Lineasnella di Elena Nardone a Latina, che da tempo utilizza con grande soddisfazione il metodo IPC, aveva una sola cosa in testa: perdere 20 kg.

Durante la prima seduta di consulenza è salita sulla bilancia con un peso di 92 kg e 200 gr per 1 m e 65 cm di altezza, circonferenza vita 108 cm, fianchi 118 cm e un indice di massa corporea (BMI) di 33,9.

Dopo tre mesi il suo peso è di 73: ha perso 19 kg e 200 gr! La circonferenza vita da 108 cm è scesa a 79 cm: 29 cm persi nel giro vita. I fianchi da 118 cm a 88 cm: persi 30 cm nei fianchi. L’indice di massa corporea è passato da 33,9 a 26,81: meno 7,09 punti di BMI.

Barbara in solo 90 giorni ha trasformato la sua taglia XL in una taglia S.

“Io non mi riconosco più quando mi guardo allo specchio, sono un’altra me. Vorrei poterlo consigliare a tutti questo straordinario programma”.

Una vita diversa e più… leggera

Barbara ha cambiato la sua vita, il suo entusiasmo e la sua metamorfosi è sotto gli occhi ammirati di tutti. Barbara ha cambiato il suo modo di vivere.

“Grazie ad IPC Method® oggi ho imparato come si mangia davvero. Oggi mangio di tutto, non sento più gli attacchi di fame e continuo a perdere peso, è una cosa fantastica”.

Sono trascorse 12 settimane da quando è entrata nel nostro istituto e ci ha detto: “Ho provato tutte le diete del mondo e questo è il risultato. Siete la mia ultima spiaggia”.

In soli tre mesi Barbara ha compreso esattamente cosa può fare una sana e corretta alimentazione a basso carico glicemico, dove nessun cibo viene escluso ma tutto viene riorganizzato e bilanciato per contenere i picchi di insulina, che sono la principale causa del grasso addominale.

“Il mio corpo ha delle forme che non ha mai avuto prima, il mio fisico è più asciutto. Sono davvero sgonfia dappertutto. La gente per strada non mi riconosce”.

L’integrazione alimentare interamente organica e naturale di IPC Method® ha aiutato Barbara a contrastare gli attacchi di fame nervosa e a regolarizzare lo stato del microbiota intestinale, condizione essenziale per chi vuole definitivamente perdere peso in salute.

“Sono così felice di aver perso tutti questi chili, che alle volte stento a crederci, perché davvero non ho fatto nessuna fatica. Mi sembra di vivere un sogno”.

I trattamenti estetici fatti con regolarità settimanale durante tutto questo periodo hanno aiutato Barbara a ridisegnare il suo corpo, contrastando lassità cutanea e dando tono ai tessuti. Solo 800 grammi mancano al tuo traguardo di meno 20 chili.

Ciao Barbara, ci vediamo la prossima settimana per continuare con i nostri trattamenti corpo e per il controllo settimanale. Stay tuned… for the last episode of Barbara’s story & IPC METHOD®!

Aggiungi alla collezione

No Collections

Here you'll find all collections you've created before.