Yari Carrisi

Parla Yari Carrisi, figlio di Albano: il diario di bordo di Roberto Alessi

Yari Carrisi, figlio di Albano, sostituisce la madre Romina Power nei concerti in Australia con il padre.

Non c’è pace tra gli ulivi di Cellino San Marco. Sul triangolo tra Albano, Romina e Loredana Lecciso ora, attraverso il settimanale di Sandro Mayer Di Più, s’è affacciata anche Taryn Power che va giù pesantina con la sorella famosa.

Parla Taryn Power sorella di Romina

«Romina non è mai stata una persona molto sensibile, in passato non lo è stata nemmeno con me», dice, «dovrebbe capire che le sue dichiarazioni ledono alla coppia»

«Ma soprattutto ai gli che Loredana e Albano hanno… Quando Romina stuzzica lo fa per esigenze di spettacolo». Che botta da novanta!

«Hanno stravolto ciò che ha detto», avrebbe subito risposto Romina, seguen- do una tradizione consolidata tra certi personaggi: se esce sui giornali qualcosa che non piace è perché se lo sono inven- tato, ma ormai i giornalisti si sono fatti furbi e registrano ogni parola.

 

Non mi sono ancora ripreso e Albano è tornato a Cellino e Loredana è corsa da lui. Tutto è bene ciò che finisce bene.

Parla Yari Carrisi il figlio del cantante di Albano

Ma ecco che mi chiama Yari Carrisi, un ragazzo buono come il pane, forse il figlio che più di ogni altro assomiglia ad Albano. «Io e mio padre siamo appena tornati dall’Australia».

C’eri anche tu? Sapevo che Albano ci aveva portato in vacanza i suoi due figli più piccoli, Bido e Jasmine.
«È vero, ma io non ci sono andato in va- canza, ma per lavoro».

Hai suonato con tuo padre nei tre concerti australiani?

«A Melbourne, a Sydney e a Perth. Mio padre si esibiva da solo, non era prevista mia madre Romina.

Però anche se papà ha una voce straordinaria e una grinta da far paura, deve riposare la voce ogni tanto. Lui come artista è estremamente generoso, i suoi concerti durano tre ore, così, se non c’è Romina, la sostituisco io e mio padre può riprendersi.

Tutti i grandi artisti durante un concerto de- vono riposarsi un attimo, con un assolo di chitarra, o un corista che fa una cover. E mio padre, visto che io sono musicista, fa suonare e cantare me».

Novella 2000 © riproduzione riservata.