Scoop

Aldo, Giovanni e Giacomo non ridono più: scoppia il trio?

Carlo Mondonico | 28 Luglio 2017

Il trio più famoso d’Italia sta per scoppiare? Il rumor dice che Aldo, Giovanni e Giacomo sarebbero ai ferri corti […]

Il trio più famoso d’Italia sta per scoppiare? Il rumor dice che Aldo, Giovanni e Giacomo sarebbero ai ferri corti e tra loro il feeling non è più quello che li ha fatti diventare i comici più seguiti degli ultimi 30 anni. Secondo il gossIp i tre attori, che lavorano insieme dal 1985, stanno pensando di dividersi e la colpa, se così si può dire, sembra legata al difficile rapporto che hanno Aldo Baglio e Giovanni Storti. Pare che il secondo voglia sempre imporre le sue scelte a discapito di quelle degli altri e se Giacomo Poretti, il più tranquillo e tollerante del trio sopporta, Aldo non è certo uno disposto a rinunciare a esprime il suo estro. Proprio per questi motivi i due si ritrovano spesso in disaccordo, con Giacomo che deve fare da paciere cercando di farli andare d’accordo, scongiurando la divisione del trio. Anche perché la loro unione professionale rende milioni di euro. Al cinema, a teatro, nelle apparizioni tv e soprattutto negli spot pubblicitari dove vengono strapagati per un breve scambio di battute. Una supplica: non dividetevi!

 

 

_____________________________

Cataldo Baglio, meglio noto semplicemente come Aldo, nato a Palermo ma da sempre residente a Milano, vi incontra Giovanni Storti; insieme studiano danza mimica e frequentano la scuola di melodramma del Teatro Arsenale di Milano. Giovanni si diploma nel 1977 e Aldo nel 1978, e i due subito prendono parte a vari spettacoli di cabaret fra cui E domani? (1979) e I suggestionabili. Interpretano inoltre piccoli ruoli in fiction televisive, tra cui Professione vacanze in cui partecipa anche il loro futuro compagno di scena, Giacomo Poretti, il quale intanto fa cabaret nel duo Hansel e Strudel insieme a Marina Massironi, all’epoca prima sua fidanzata e poi moglie.

In televisione hanno fatto la loro prima apparizione nell’estate del 1992 accanto al duo comico Zuzzurro e Gaspare nel TG delle vacanze; nello stesso anno hanno preso parte a Su la testa! di Paolo Rossi. L’anno successivo hanno partecipato a Cielito lindo con Claudio Bisio e nel triennio 1994-1997 sono stati nel cast di Mai dire Gol, trasmissione della Gialappa’s Band.

Nel 1999 i tre hanno portato in scena lo spettacolo teatrale Tel chi el telùn, ripreso e trasmesso da Canale 5 per la regia di Arturo Brachetti. La trasmissione è stata riproposta più volte negli anni seguenti. Sono tornati con la Gialappa’s Band nel 2004, proponendo sketch nella trasmissione Mai dire Domenica, mentre nel 2008 sono tornati in onda con gli show Anplagghed, trasposizione cinematografica dell’omonimo show teatrale e trasmesso da Canale 5 e Italia 1, e Pur Purr Rid!, programma TV che conteneva un mix di tutti gli impegni del trio; partecipano inoltre all’ultima puntata di Zelig. Nel 2009 hanno fatto parte del cast della trasmissione di Rai 3 Che tempo che fa.

Il 25 dicembre 2013 si sono esibiti in uno spettacolo a Radio Italia TV nella serata dedicata alla ONLUS Alice for Children. Nel 2014 anche l’omonima trasposizione cinematografica di Ammutta muddica viene trasmessa su Canale 5, suddiviso in tre appuntamenti in prima serata.Il 9 febbraio 2016 calcano per la prima volta il palco del Teatro Ariston di Sanremo, presenziando alla prima serata dell’omonimo festival ed esibendosi con alcuni dei loro classici sketch. Il 9 dicembre dello stesso anno tornano a Zelig in veste di ospiti speciali della seconda puntata, riproponendo lo sketch di Ajeje Brazorf; la settimana successiva hanno invece preso parte a una puntata di Rischiatutto, calandosi nella parte di “materia vivente”. Il 16 febbraio 2017 viene trasmesso da Rai 2 Aldo Giovanni e Giacomo – Live on Stage, trasposizione televisiva del loro tour teatrale The Best of Aldo, Giovanni e Giacomo.

Il loro debutto sul grande schermo risale al 23 dicembre 1997 con la pellicola Tre uomini e una gamba,di cui sono sia attori protagonisti che registi, al fianco di Marina Massironi e con Massimo Venier in qualità di sceneggiatore e regista, nel quale hanno riproposto diversi sketch tipici del loro repertorio con una semplice trama, grazie al quale hanno ottenuto il consenso del pubblico e l’apprezzamento della critica.

Il successo del primo film è stato bissato nel Natale 1998 con Così è la vita, sempre al fianco di Marina Massironi così come in Chiedimi se sono felice,uscito il 15 dicembre 2000 e capace d’incassare oltre settanta miliardi di lire, entrando nella top five delle pellicole italiane più remunerative di sempre. Il 13 dicembre 2002 è la volta de La leggenda di Al, John e Jackcui segue il 15 dicembre 2004 Tu la conosci Claudia?,con il solo Massimo Venier alla regia e Paola Cortellesi protagonista femminile.

Il 24 novembre 2006 hanno portato nelle sale una speciale versione del loro eponimo spettacolo teatrale, chiamata Anplagghed al cinema. Il trio comico è poi tornato sul grande schermo il 19 dicembre 2008 con un film a episodi, Il cosmo sul comò, questa volta per la regia del comico Marcello Cesena. Il 12 febbraio 2010 hanno partecipato come voci narranti al documentario Oceani 3D, mentre il 17 dicembre dello stesso anno è uscita la pellicola La banda dei Babbi Natale, campione d’incassi della stagione con oltre venticinque milioni di euro. Dopo quattro anni di assenza dalle sale, l’11 dicembre 2014 il trio è tornato al cinema con Il ricco, il povero e il maggiordomo. Due anni più tardi, il 15 dicembre 2016 è uscito il loro undicesimo film, Fuga da Reuma Park, con la partecipazione di Ficarra e Picone, che tuttavia ha segnato una battuta d’arresto per il trio al botteghino, con recensioni tendenzialmente negative.

Anna Maria Bernardini de Pace divorzio Ilary Totti

Scoop

Anna Maria Bernardini de Pace per il divorzio di Totti e Ilary: tutto sul rumor

Roberto Alessi | 30 Agosto 2022

Per il futuro divorzio, Francesco Totti avrebbe arruolato tra i suoi avvocati l’esperta di separazioni Anna Maria Bernardini de Pace: tutto sul rumor giunto a Novella

Anna Maria Bernardini de Pace difenderà Totti nel divorzio?

La notizia che arriva a Novella 2000 è per ora solo un rumor e, se confermata, porterebbe una nuova luce sulla separazione dell’anno. A giorni Antonio Conte, l’avvocatissimo della Roma e di Francesco Totti, e Alessandro Simeone, legale di Ilary Blasi, dovranno interagire per il futuro divorzio tra il Capitano e la conduttrice TV. Ma ecco a sorpresa la mossa di Totti: pare che con Conte abbia chiamato anche la regina dei matrimonialisti Anna Maria Bernardini de Pace.

La Bernardini farà parte di quello che in TV, nei legal drama, chiamano “i miei legali”. Purtroppo però questa non è una fiction, ma il vero dramma di una famiglia i cui genitori vogliono separarsi. E in mezzo ci sono tre figli – di cui una piccolissima -, mentre il gossip tra presunte nuove compagne e presunti nuovi amici impazza.

Il progetto di Totti

Ma quale sarebbe l’obiettivo di obiettivo di Totti? Arrivare a una separazione consensuale, da sempre consigliata da Anna Maria Bernardini de Pace ai suoi clienti. La giudiziale sarebbe uno stillicidio che l’Ottavo Re di Roma vuole evitare ai tre figli, e potrebbero essere dello stesso parere anche Conte e l’avvocato di lei Simeone, un legale dalla preparazione più che rigorosa.

La Bernardini, nelle sue cause, propone anche che la casa rimanga ai figli, e siano i genitori ad alternarsi con loro. Così nella Villa dell’Eur da 25 stanze con piscina (a Roma la chiamano la Casa Bianca) potrebbero rimane i ragazzi. Il Capitano e Ilary potrebbero quindi alternarsi tra loro nella villa, un periodo Totti e uno la Blasi.

Conosco Anna Maria Bernardini de Pace da tanti anni. È rintanata a lavorare nella sua casa di Monte Marcello, dove misteriosamente, però, il suo telefono “Non prende”, mi dicono.

Prima di Ilary e Totti

Ha assistito molti personaggi, tra cui Romina Power nel divorzio con Al Bano Carrisi, Andrea Jonasson dopo l’abbandono di Giorgio Strehler, Katia Ricciarelli dopo la rottura con Pippo Baudo, Eros Ramazzotti nella separazione da Michelle Hunziker, e penso che cercherà di proporre una separazione consensuale – come detto la meno dolorosa per tutti.

Certo, uno dei due coniugi con la consensuale rischia di tenersi di meno, ma al dunque Totti ha quello che ha per il suo talento, Ilary anche. Hanno avuto successo entrambi, ed è più che chiaro quello che si sono guadagnati (tanto). A mio parere non dovrebbero nascere questioni di spartizioni, quando semplicemente garantire la tutela dei ragazzi che sono adorati da entrambi i genitori, famosi per essere una madre e un padre esemplari.

Fortunatamente sia l’avvocato Antonio Conte, un professionista che discende da una dinastia di legali di razza e con un curriculum infinito, sia Alessandro Simeone, sia Anna Maria Bernardini de Pace (se il suo ingresso nella vicenda sarà confermato) sono legali di un tale livello che mi auguro sappiano trovare la strada meno dolorosa (perché una separazione è comunque dolorosa) per una delle coppie che per vent’anni forse è stata la più amata d’Italia.

Buon lavoro, avvocati.

a cura di Roberto Alessi

Abraham Garcia Giulia Salemi Novella 2000 n. 6 2021

Gossip | Scoop | Spettacolo

L’ex di Giulia Salemi alla carica: ‘Sono geloso, tornerei subito con lei’

Niccolo Maggesi | 27 Gennaio 2021

L’ex “amico speciale” di Giulia Salemi e campione di motocross Abraham Garcia a Novella 2000: ‘Geloso di lei, ci tornerei […]

L’ex “amico speciale” di Giulia Salemi e campione di motocross Abraham Garcia a Novella 2000: ‘Geloso di lei, ci tornerei subito insieme’.

A portare alla ribalta il suo nome nel Bel Paese è stato l’ex gieffino Salvo Veneziano, responsabile di aver diffuso un suo video piccante. A fare il resto, però, ci ha pensato Novella 2000, che lo ha contattato per saperne di più. Ci riferiamo ad Abraham Garcia, modello spagnolo ed ex campione di motocross, oggi chiacchieratissimo per aver avuto una relazione con Giulia Salemi.

Al fianco dell’influencer, Garcia compare in un estratto dal programma Super Shore (dove lui la definiva un’amica oltre che conduttrice televisiva, sic), nel quale i due si abbandonarono a baci appassionati fra le lenzuola. Per saperne di più su come nacque la loro storia e che cos’è rimasto di quel focoso legame, il nostro Armando Sanchez ha contattato il modello.

L’intervista, di cui riportiamo qui alcuni passaggi chiave, è disponibile nella sua versione integrale sul nuovo numero di Novella 2000 in edicola da questa mattina.

Abraham Garcia: dal primo incontro con Giulia al tanto discusso video insieme

Partendo dal principio Abraham Garcia, che oltre alla Salemi vanta anche Elettra Lamborghini nel carnet dei suoi flirt, ci ha spiegato come ha conosciuto Giulia. Il video diramato da Veneziano risale all’inizio del loro rapporto? Pare di no.

“Avevo conosciuto Giulia anni prima – precisa Garcia – quando era stata a Madrid per la trasmissione Ridiculousness. Un mio amico me la presentò nel mio ristorante. Nacque subito una forte empatia, ma nient’altro”.

Le cose cambiarono di lì a poco, anche se per prendere definitivamente fuoco la miccia continuò a bruciare a lungo.

“Una settimana dopo andai a Milano per un lavoro con il canale MTV e lì ho incontrato di nuovo Giulia. Da quel momento, giorno dopo giorno, abbiamo cominciato a frequentarci. Più che relazione, la definirei una bella avventura. Non è stato facile conquistarla, ma vi assicuro che l’at- trazione era fortissima. Mi ha fat- to attendere. Ci siamo baciati dopo un bel po’ di tempo

Ma come si sono incrociati a Super Shore?

La produzione decise di farmi una sorpresa e introdusse Giulia nella trasmissione. Non potete immaginare la mia gioia in quel momento. Avendo una relazione già da tempo, appena ci siamo visti ci siamo baciati con affetto“.

Giulia Salemi Abraham Garcia Super Shore
Abraham Garcia e Giulia Salemi si baciano a Super Shore

Qualcuno ha anche insinuato che il famigerato video non racconti la verità. A queste accuse, Garcia replica:

“Non so perché stanno dicendo che sia una finzione, quel video è pura realtà”.

Rivalità fra Giulia Salemi e Elettra Lamborghini

Nel corso di Super Shore Abraham Garcia mostrava di avere grande confidenza non solo con Giulia Salemi, ma anche con Elettra Lamborghini.

Si vocifera da tempo che fra le due non corra buon sangue, e qualcuno sta speculando che ad alimentare la loro rivalità sia proprio il fatto di aver avuto un uomo in comune. Ma Garcia respinge questa ipotesi:

“Con Elettra – dice – non c’è stata una vera e propria relazione, ma soltanto una forte amicizia. Anzi, il nostro era un rapporto di amore-odio, discutevamo spesso. Da quando si è sposata ho perso i contatti con lei. È una grande lavoratrice e apprezzo ciò che fa, le auguro il meglio.

Per quanto riguarda il rapporto tra Elettra e Giulia credo sia solo rivalità tra donne, io non c’entro nulla in questo caso”.

Abraham Garcia sulla Salemi: “Sono ancora geloso di Giulia”

La passione che ardeva chiaramente nel solito video (qui sotto al min. 6 e sgg.) pare comunque non si sia ancora estinta. Abraham si augura infatti di ritrovare al più presto Giulia, o che il pubblico faccia il tifo per lui nell’eventualità di una sua incursione nel reality italiano.

Giulia mi manca tantissimo e mi piacerebbe incontrarla di nuovo. Penso sempre a lei.

Purtroppo la distanza, io a Madrid lei a Milano, non ci ha consentito di continuare la relazione, ma non ho dimenticato nulla di quello che è successo tra noi. Adesso so che sta partecipando al Grande fratello VIP in Italia e sono molto contento per lei”.

https://www.youtube.com/watch?v=Q0XAlLwpUX0&ab_channel=MTVItalia

Meno contento però che la Salemi abbia intrecciato una nuova relazione, con Pierpaolo Pretelli.

Non nascondo di essere ancora geloso, vorrei essere io l’uomo per lei. Sarei capace di tornare in Italia, piombare nella casa del Grande fratello VIP e portarmela via. Non sto scherzando. Lo ammetto, sono ancora innamorato di Giulia. Spero che un giorno questo messaggio arrivi alla produzione del programma. Lancio un appello: italiani, fate il tifo per me!”.

E voi che ne dite, facciamo arrivare il messaggio agli autori del GF?

Patrizia Reggiani Novella 2000 n. 6 2021

Scoop

Patrizia Reggiani svela: ‘Un film sul caso Gucci, Lady Gaga nel cast’

Roberto Alessi | 27 Gennaio 2021

Roberto Alessi intervista Patrizia Reggiani. L’ex signora Gucci rivela a Novella 2000: “Ridley Scott farà un film su di me […]

Roberto Alessi intervista Patrizia Reggiani. L’ex signora Gucci rivela a Novella 2000: “Ridley Scott farà un film su di me con Lady Gaga”.

In TV vedo Lady Gucci – La storia di Patrizia Reggiani, disponibile sulla piattaforma Discovery+, mentre dall’America, proprio da Hollywood, mi confermano la notizia che Ridley Scott, il grande regista e produttore (suoi Blade Runner e Il gladiatore, e in TV produttore di The Good Wife) farà un film sull’assassinio di Maurizio Gucci a ventisei anni dall’omicidio. Nei panni della moglie Patrizia, la mandante, ci sarà Lady Gaga, la star più grande del mondo, quella che ha cantato l’inno americano durante l’insediamento del Presidente Joe Biden.

Su Discovery+, in una intervista lunga più di un’ora, Patrizia Reggiani, che è stata condannata come mandante e ha passato 17 anni in carcere, si racconta senza filtri e ammette tutto. È una donna che ho conosciuto quando era una delle signore più in vista non di Milano, e nemmeno dell’Italia, ma di tutto il mondo. Case a New York come a Sant Moritz, una barca, il Creole, che faceva impazzire gli sceicchi arabi. Feste e diamanti.

Da sinistra: Roberto Alessi, Betta Guerreri, Daniele Pizzi, Patrizia Reggiani

Come giornalista l’ho intervistata, vista, frequentata. E le ho fatto più di un’intervista quando hanno ucciso suo marito. Non avrei mai pensato che c’entrasse lei. Che tonto!

Proprio recentemente, durante una discussione, Alba Parietti mi ha detto – come parlasse di una cosa assurda: Pensa se dicessero che tu sei stato amico di Patrizia Gucci, la mandante degli assassini di suo marito”. L’ho fermata e le ho detto: “Ma io sono stato suo amico e se mi chiama io ci sono ancora. Ha espiato, condannata, fatta la galera. Cosa faccio, attacco il telefono?”.

Certo, sarebbe più facile dire: “Che orrore, che donna, non la voglio più vederla. Lei un’assassina, io un angelo sulla terra”. È vero, non l’avrei mai pensato. Ripeto: che tonto. Ma l’ho anche rivista. Fa effetto, ma mi ha fatto anche compassione. S’è rovinata la vita per niente e aveva tutto: l’intelligenza, la salute, due figlie (che le devono tanto), i soldi.

Patrizia Gucci conferma: ‘La mia parte a Lady Gaga’

Da quando è una donna libera Patrizia Reggiani ha pagato il suo debito con la giustizia, ma non mi chiama mai e nemmeno io lei.

Abbiamo fatto una cena, prima del secondo lockdown. Vedo ogni tanto il suo avvocato Daniele Pizzi (bravissimo) in TV. Ma dopo aver avuto la conferma che faranno un film sulla sua storia con Lady Gaga, la chiamo io e senza preavviso. Eccomi con lei al telefono e vado subito al sodo.

Patrizia, ma è vero che Lady Gaga darà vita sullo schermo al tuo personaggio?

“Sì, è vero, sarà lei e la cosa mi piace”.

Sembra un karma: tu hai sempre vissuto ai massimi. Massimo lusso, case da mille metri quadrati, barche, viaggi, poi la galera, a San Vittore, in una cella di due metri per tre, tre detenute in sei metri quadrati. E ora che fanno un film su di te, sarà Lady Gaga, la star assoluta del momento, a dare vita al tuo personaggio.

“È vero, fa effetto, davvero un karma”.

Nella foto: Maurizio Gucci

Il regista è Ridley Scott, il marito di Gianina Facio, che conoscevamo tutti e due trent’anni fa quando abitava a Milano ed era la fidanzata di Fiorello.

“Mi ricordo, lui è un regista pazzesco. Sono venuti a casa mia, per chiedere, per sapere, ma allora c’era ancora mia madre Silvana, lei fu irremovibile, fu un no su tutta la linea”.

Ma ora tua madre non c’è più, è morta l’anno scorso lasciandoti erede del suo patrimonio, e sei tornata indipendente, visto che non hai potuto ereditare da tuo marito e i venti milioni che ti dovrebbero dare le tue figlie, con le quali non parli, non arrivano.

“Ora non sono più interessata, a meno che non facciano una proposta adeguata. Ho fatto Lady Gucci – La storia di Patrizia Reggiani, per la piattaforma Discovery+, mi fermo lì. Mi sembra che basti”.

Però, se ti proponessero un collaborazione?

“Però, c’è sempre un però”.

Ti piace Lady Gaga?

“Immensamente. A chi non piace? È un genio, a quattro anni già suonava il piano come Mozart ed è stata la più giovane studentessa ammessa alla Columbia University di New York”.

Una foto di Lady Gaga

Il documentario di Discovery+ mi ha lasciato perplesso, sembravi distaccata di fronte al tuo dramma.

“La vita di oggi è distaccata, i negozi chiusi, una città chiusa su se stessa, il Covid, le storie individuali sembrano altrove”.

Sei serena almeno oggi?

“Vivo bene, in questa casa, nella camera di mia madre ora dorme Loredana, la mia assistente, l’hai conosciuta”.

Le tue figlie Allegra e Alessandra?

“Non le vedo, non le sento. Per certe cose ci pensa il mio avvocato Daniele Pizzi. Mi dispiace solo non vedere i miei nipoti. Peccato, ci terrei”.

Patrizia Reggiani con l’avvocato Daniele Pizzi

Patrizia, appena si può andiamo a mangiare una pizza insieme.

“Volentieri e parleremo dei bei tempi”.

Aggiungi alla collezione

No Collections

Here you'll find all collections you've created before.