Alessandro Basciano, la sorella non invitata alla festa di Cèline

Gossip

Alessandro Basciano, la sorella non invitata alla festa di Cèline

Vincenzo Chianese | 14 Maggio 2024

La sorella di Alessandro Basciano non viene invitata alla festa di compleanno della piccola Cèline: le sue parole

In questi giorni la piccola Cèline, figlia di Alessandro Basciano e Sophie Codegoni, ha compiuto un anno. Tuttavia la sorella dell’ex Vippone non viene invitata alla festa di compleanno della bambina.

Parla la sorella di Alessandro Basciano

Sono stati mesi intensi gli ultimi per Alessandro Basciano e Sophie Codegoni. Come tutti sappiamo infatti era sembrato che l’amore tra gli ex Vipponi del Grande Fratello Vip fosse giunto al termine. Ma non solo. Tra i due infatti c’erano stati diversi botta e risposta televisivi, tra accuse reciproche e retroscena inediti. Tuttavia col passare del tempo Alessandro e Sophie, che solo lo scorso anno sono diventati genitori della piccola Cèline, hanno deciso di mettere da parte le divergenze e si sono così dati una seconda chance.

A oggi sembrerebbe dunque che sia tornato il sereno tra Basciano e la Codegoni, che solo nelle ultime ore si sono nuovamente mostrati sui social insieme. Come qualcuno saprà infatti proprio Cèline ha celebrato il suo primo compleanno. Per l’occasione non è mancata una bellissima festa, che è stata ovviamente testimoniata sui profili degli ex Vipponi. In queste ore però è accaduto qualcosa che non è passato inosservato.

A intervenire sui social è stata infatti Giorgia Nicole, sorella di Alessandro Basciano, che ha svelato di non essere stata invitata alla festa di compleanno di Cèline. Queste le sue dichiarazioni in merito: “Tanti auguri piccolina di zia. Anche se ti ho vista solo quando eri piccina e né io né la mia famiglia siamo stati invitati al tuo primo compleanno, sarai sempre nel mio cuore”.

Attualmente né AlessandroSophie hanno replicato alle parole di Giorgia Nicole e non sappiamo dunque cosa sia accaduto in realtà. Noi di Novella però siamo pronti ad accogliere le dichiarazioni degli ex Vipponi, qualora volessero decidere di intervenire e di dire la loro.