Amici 22, Dagospia conferma la teoria della noce moscata

NEWS

Dagospia ne è convinto: la storia della noce moscata sarebbe fondata

Debora Parigi | 18 Gennaio 2023

Amici 22

Dopo le varie teorie riguardo il Capodanno-gate di Amici 22, arriva una conferma da parte della testata giornalistica Dagospia.

Arrivano conferme sulla teoria della noce moscata ad Amici 22

Si continua a parlare di Capodanno-gate ad Amici 22 e di cosa possa essere successo in casetta per far scattare i provvedimenti disciplinari da parte della redazione e la grande rabbia di Maria De Filippi e i professori. Le teorie, in base anche ai daytime che sono andati in onda dopo domenica, continuano. Ma in particolare una ha preso piede da subito: quella della noce moscata.

Tra chi diceva che era così e chi invece raccontava che era tutto fake, oggi Dagospia rivela che invece questa storia sarebbe fondata. I sei ragazzi coinvolti (Wax, Tommy, Valeria, Maddalena, NDG e Samu) avrebbero davvero assunto in dosi eccessive della noce moscata per sballarsi. Ma poi tutto sarebbe degenerato. Su Dagospia, infatti, con le rivelazioni di Giuseppe Candela leggiamo:

“Cos’è successo la notte di Capodanno nel talent show Amici? Da giorni sui social non si parla d’altro, la trasmissione condotta da Maria De Filippi ha segnalato il grave comportamento di sei concorrenti, sono stati presi provvedimenti e abbiamo assistito alle reazioni indignate dei professori. La produzione non ha svelato cosa sarebbe accaduto, sul web ha preso piede una teoria sorprendente: avrebbero assunto noce moscata, una spezia che se usata in dosi eccessive può causare allucinazioni, vomito, febbre e non solo.

Dagospia può confermare questa versione dei fatti, aggiungendo che i ragazzi sarebbero arrivati a questo dopo una ricerca su Youtube, dove avrebbero cercato un modo per sballarsi in maniera artigianale. Piccoli malori, nulla di grave, nessuna necessità di raggiungere l’ospedale. La produzione ha scoperto il tutto e ha scelto di non diffondere il filmato incriminato per due ragioni, da una parte la volontà comunque di proteggere dei ragazzi molto giovani e dall’altra per evitare il rischio emulazione.”

Come detto, non arrivano conferme dalla produzione di Amici 22. E quindi, nonostante a riportare tutto sia una testata giornalistica, si tratta ancora di voci corridoio.

Come sempre, noi siamo a disposizione per qualsiasi dichiarazione.