Successivo >
Amici 23, Kumo scoppia in lacrime ricordando il suo incidente

Spettacolo

Amici 23, Kumo scoppia in lacrime ricordando il suo incidente

Vincenzo Chianese | 10 Novembre 2023

Amici 23

Durante la preparazione di una coreografia ad Amici 23, Kumo scoppia in lacrime ricordando il suo incidente

L’emozione di Kumo ad Amici 23

Uno degli allievi più amati di Amici 23 è di certo Kumo. In queste settimane il ballerino sta dando il meglio di sé e si sta facendo conoscere meglio dal grande pubblico. Tiziano infatti ha spesso raccontato del suo passato, e in particolare dell’incidente che l’ha coinvolto qualche anno fa, durante il quale ha perso un rene. Queste le parole di Kumo, che ha anche spiegato come mai ha scelto questo nome d’arte:

“Quattro o cinque anni fa ho fatto un incidente. Persi il rene, ci furono 5 minuti in cui rischiai di morire. In ambulanza, in sala operatoria e in ospedale vedevo i ragni. Ero maggiorenne. Ero solo, i miei genitori non potevano venire a trovarmi. Ho avuto un collasso polmonare e poteva esserci il rischio che mi attaccassero qualcosa. Li vedevo da una finestrella. Quando sono tornato a Gaeta, raccontai questa storia a una mia amica appassionata di manga e di lingua giapponese. Lei cercò su Google come si dicesse ragno e la versione italianizzata è Kumo. Da lì è diventato il mio nome d’arte”.

In questi giorni intanto, in vista della puntata di domenica, alcuni ballerini di Amici 23, tra cui Kumo, dovranno preparare una coreografia per la gara “La mia storia, la mia coreografia”. L’allievo di Emanuel Lo ha così deciso di incentrarla proprio sul suo incidente e oggi, nel corso del daytime, è scoppiato in lacrime per l’emozione. Tiziano ha poi affermato: “Voglio parlare dell’incidente. Voglio raccontare di come l’ho vissuto. All’inizio è stata tosta, però secondo me è stato un segno, dove la vita mi ha detto che dovevo fermarmi. L’incidente mi ha salvato la vita, è come se fossi rinato. La danza mi ha salvato”.

Ma come ci stupirà dunque Kumo nel corso della puntata di domenica? Non resta che attendere per scoprirlo.