Successivo >
anita olivieri scivolone grande fratello parkinson

Spettacolo

Anita Olivieri compie l’ennesimo scivolone con una battuta sul Parkinson: il web non la perdona (VIDEO)

Nicolò Figini | 28 Dicembre 2023

Grande Fratello

Anita Olivieri, in queste ultime ore, ha fatto un nuovo scivolone e il web l’ha duramente criticata. Ecco il video

Lo scivolone di Anita Olivieri

Anita Olivieri continua a ricevere critiche da parte del popolo del web a causa degli scivoloni che compie ripetutamente al GF. Tra i più recenti, per esempio, possiamo citare il momento in cui ha fatto una battuta su Vittorio Menozzi e Federico Massaro sottolineando che ci mettono molto tempo a uscire dal bagno: “Me li ricordavo diversi i ragazzi, ma che è successo?“.

Oppure quando ha fatto dei commenti poco carini sul cugino che soffre di alcuni problemi tra i quali la dislessia: “Poverino è nato prematuro. Ce le ha tutte… Dislessico, disgrafico e soffre di discalculia. lo prendiamo un sacco in giro, è piccolino. Poverino… Lo massacriamo, io e mio fratello”. Ieri sera, però, ha compiuto una nuova gaffe.

Anita Olivieri, come possiamo vedere dal video qui sotto, stava ballando davanti agli specchi con Fiordaliso e Rosy Chin. Proprio all’inizio del filmato la ascoltiamo mentre afferma: “Sembra che abbiamo il Parkinson quando balliamo“. Una frase che ha diviso il web. Da una parte c’è chi la difende:

“Io vi vorrei tanto vedere a voi fuori, a cosa dite, a come tutelate i disabili, a come tutelate le donne, io scommetto che non fate un ca**o di tutto questo, fuori. Ma avete solo tempo di rompere il ca**o per ogni frase che venga detta in casa”.

Altri ancora, invece, la criticano e l’attaccano molto duramente. C’è chi racconta di stare accudendo persone loro care affette dal Parkinson e che non riescono ad accettare che si faccia dell’ironia su tale malattia. Qualcuno afferma anche che in passato, nelle precedenti edizioni, per una dichiarazione del genere sarebbe stata subito squalificata.

Come sappiamo, però, oggi si guarda all’intenzione e non alla parola in sé. Sicuramente non c’era da parte di Anita Olivieri la volontà di offendere le persone affette dal Parkinson, ma era semplicemente un suo modo di dire.