Beppe Vessicchio

Beppe Vessicchio a Vieni da me ricorda Mia Martini, poi si concede un ballo con Caterina Balivo

Beppe Vessicchio ospite di Vieni da me parla di alcuni suoi amici e colleghi

Prosegue spedita la puntata di Vieni da me. Dopo il racconto emozionante di Rosanna Lambertucci, a ripercorrere alcune tappe della sua carriera è stato il maestro Beppe Vessicchio. Amatissimo da pubblico l’abbiamo visto in tv vestire i panni di insegnante nella scuola di Amici e direttore d’orchestra al Festival di Sanremo. Proprio nel corso della manifestazione canora ha vinto più volte premi ambiti come miglior arrangiatore e direttore d’orchestra per l’appunto. Un episodio che tutti ricorderanno è la sua assenza per una puntata. Questo episodio destò fin da subito numerose polemiche tra i telespettatori che lo richiedevano a gran voce. Lui ha commentato così quell’episodio:

“Avevo tutti i cantanti la seconda sera, alla prima mancai e apriti cielo. A chi fa le scalette bisognerà dire di mettermi anche nella prima puntata, almeno evitiamo polemiche”.

Oggi il maestro attraverso l’intervista delle emoticon ha parlato di alcuni personaggi del mondo della televisione che hanno fatto in qualche modo parte della sua vita.

Beppe Vessicchio ricorda Mia Martini a Vieni da me

Beppe Vessicchio ha avuto a che fare con tantissimi artisti del panorama musicale italiano. Tra questi l’indimenticabile Mia Martini:

“Il mio primo Festival come direttore d’orchestra fu nel 1990. Mia Martini cantava La nevicata del ’56. Per me è stato un incontro magico. Tra l’altro io sono nato proprio in quell’anno e mamma mi raccontava sempre di quella nevicata. Mimì era unica. Per lei non ci sono aggettivi, davvero. Ha pochi eguali”.

Il maestro ha confessato che la Martini ha lasciato un segno indelebile nella sua vita. Lui la conosceva già da diversi anni e ha svelato che quella parte della carriera della cantante era un periodo di riscatti personali. Questo è un particolare che si avvertiva durante le sue performance:

“Era fragile, ma aveva la certezza della musica. Dirigeva più l’orchestra lei di me”.

Un ricordo commovente quello di Vessicchio.

Vieni da me: Beppe Vessicchio racconta un aneddoto su Gino Paoli

Beppe Vessicchio in molte interviste ha dichiarato di essere estremamente grato a Gino Paoli. Caterina Balivo incuriosita ha voluto sapere qualcosa in più a riguardo. Vessicchio ha così replicato:

“Devo molto a lui. Ha dato una svolta alla mia carriera nel 1983. Per me lui è come uno di famiglia. Da lui ho imparato tante cose, specie un tour che fece con la Vanoni. Come tutti sanno tra loro era nata una storia, conclusasi poco dopo. Con il ritorno artistico di entrambi sullo stesso palco lui colse l’occasione di scriverle una canzone e chiese il mio parere. Questa cosa mi stupì. Una grande lezione di poetica”.

Beppe ha rivelato che il cantautore è un grande romantico. Allo stesso tempo però gli rimprovera il fatto di essere un tipo strano. Le chiamate tra loro infatti cominciano con toni pacati per poi ritrovarsi ore e ore a parlare.

Beppe Vessicchio e l’amicizia con Luciana Litizzetto

Tra i tanti personaggi dello spettacolo come dimenticare il Sanremo di Beppe Vessicchio in compagnia di Luciana Litizzetto e l’ospitata del maestro da Fabio Fazio, dove lei è presente:

“E’ stato simpatico l’episodio in cui prese un pezzetto della mia barba, ma per questo chiesi il permesso a mia moglie, dato che se ne occupa lei. Luciana ha conosciuto mia moglie. Lucianina E’ un personaggio simpaticissimo ed è capace di farmi ridere anche quando dice delle cattiverie”.

Vieni da me: Beppe Vessicchio parla di Valerio Scanu

Il direttore d’orchestra in più occasioni ha avuto a che fare con Valerio Scanu, uno dei talenti usciti dalla scuola di Amici di Maria De Filippi:

“Valerio vinse Bravo Bravissimo, lo conobbi lì, non aveva nemmeno 13 anni. Poi vinse il Festival di Sanremo e pure Tale e Quale Show. E’ un cantante che punta a diventare il numero uno e qualche volta gli è riuscito e gli riuscirà anche in futuro, ne sono sicuro”.

Si conclude con queste belle parole l’ospitata del maestro. Beppe Vessicchio è un uomo che tiene molto alla disciplina, ma sa anche lasciarsi andare. Caterina Balivo quest’oggi è riuscita perfino a farlo ballare sulle note di La notte vola brano storico di Lorella Cuccarini. Un momento epico, insomma.

Novella 2000 © riproduzione riservata.