Flavio Insinna torna in Rai: ecco dove lo rivedremo

Flavio Insinna rimarrà in Rai. Dopo la feroce polemica nata da alcuni fuori onda pubblicati dal telegiornale satirico Striscia La Notizia, di Antonio Ricci in onda tutti i giorni su Canale 5, le sorti del conduttore erano state messe in discussione.

Per settimane, infatti, non si è parlato d’altro e milioni di telespettatori hanno bacchettato Flavio perché si sono sentiti presi in giro da suo comportamento. Contro di lui non soltanto il web, ma anche i concorrenti che hanno partecipato al programma protagonisti dei fuori onda  e numerosi suoi colleghi.

Insinna si è più volte scusato pubblicamente palesando il suo sentito dispiacere per quanto era successo, ma molti hanno continuato ad attaccarlo.

In una recente intervista al Corriere della Sera ha spiegato:

«Quella contro di me non è solo una campagna di odio puro. Quando arrivi a mandare in onda gli estratti del mio libro in cui parlavo dell’amore per mio padre che stava morendo, arrivando ad associare il racconto di quando ho sognato di picchiare l’infermiera nientemeno che alla parola “femminicidio”, allora siamo oltre. Siamo agli avvertimenti. Per quanto famoso, resto comunque un saltimbanco. Non sono un potere forte, sono una persona sola. E ora ho davvero paura».

A quanto pare, stando a quanto si legge in un’intervista che Nino Frassica ha rilasciato a Di Più, rivedremo Insinna nella prossima stagione Rai: «Flavio e io siamo confermati con Dopofiction anche il prossimo anno», ha raccontato Frassica che ha poi continuato difendendo il suo collega: «D’accordo, avrà sbagliato a dire quelle cose, ma intanto non le ha dette in faccia a nessuno, poi si è scusato. Flavio ha capito l’errore, se ne è assunto la responsabilità in modo serio, come è nel suo stile. Quando si sta in tensione, come succede a me oppure a lui, basta un niente perché si possa perdere l’autocontrollo. Insinna vive tutto con emotività, non è un freddo cinico (…) appena si calmeranno le acque, tutti capiranno la vera natura di Flavio.  E’ uno che ci mette il cuore, costi quel che costi, nella tv. Se fosse stato più indifferente, tutto questo forse non sarebbe successo».

Anche se parecchi colleghi del conduttore lo hanno attaccato per tutto quello che è successo, molti gli sono stati solidali. Pure la Rai non gli ha voltato le spalle. Subito dopo che Striscia pubblicò i fuori onda, facendo scoppiare la polemica, era stato lo stesso direttore Andrea Fabiano a scrivere un post su Twitter in cui esprimeva la sua solidarietà verso Insinna.

Staremo a vedere come se la caverà nella prossima stagione televisiva e se riuscirà a conquistare nuovamente la fiducia dei suoi telespettatori. 

2foto

Nessun Articolo da visualizzare