Gaia Zorzi fa una rivelazione sul passato del fratello Tommaso

Gaia Zorzi fa una rivelazione sul passato del fratello Tommaso

Ospite di Salotto Salemi, Gaia Zorzi fa una rivelazione sul passato di suo fratello Tommaso, poi porge le sue scuse a Giulia

1La rivelazione di Gaia Zorzi

Acquista il nuovo romanzo di Daninseries

Durante la terza puntata di Salotto Salemi, Giulia ha accolto nel suo studio Gaia Zorzi, sorella del vincitore del GF Vip, Tommaso. L’influencer oltre a realizzare per lei un bellissimo make-up ha avuto modo anche di parlare del rapporto che unisce Gaia e Tommaso. Sebbene i due ogni tanto battibeccano (come qualsiasi sorella e fratello), hanno un legame davvero magico: “Quando litighiamo mi blocca su WhatsApp, ma poi i mostri litigi sono di un drammatico…”

Giulia Salemi nello specifico ha voluto sapere da Gaia Zorzi chi tra i due ha più l’istinto protettivo, poiché ha notato he lei si è sempre spesa per Tommaso durante la permanenza di quest’ultimo nella Casa più spiata d’Italia: “Com’è il vostro rapporto da quando eravate più piccoli? È più lui protettivo nei tuoi confronti o viceversa? Da fuori abbiamo visto che l’hai difeso tanto”. Ecco come ha risposto la Zorzi a proposito partendo da quando erano due giovani studenti:

“Lui a scuola era molto più bravo di me. Era il classico studente che non aveva bisogno di impegnarsi troppo, ma riusciva ad ottenere il risultato. Io pure ero brava, ma mi fregava la disciplinaper poi proseguire parlando del loro rapporto: “Quando era nella Casa sì, l’ho sempre difeso, anche se ad una certa con la questione di Stefania…insomma! Sì, lui comunque è un fratello molto protettivo, forse credo di esserlo più io nei suoi confronti, ma solo perché con il fatto che ora è un personaggio pubblico e nel leggere certe cose mi sento anche più in dovere di difenderlo”.

Proseguendo il suo discorso, Gaia Zorzi ha fatto un tuffo nel passato e ha ricordato quando Tommaso purtroppo veniva deriso dai compagni di scuola perché omosessuale.

“Con Tommy siamo sempre stati molto vicini. Magari c’erano delle occasioni in cui a scuola lo prendevano in giro ecc e mi sono sempre sentita un po’ chiamata in causa. Mi ricordo benissimo il mio primo dito medio nella vita lo ricordo quando l’ho dato. Ero nel pullmino della scuola, di ritorno a casa. C’era questo ragazzo più grande di Tommy che lo stava prendendo in giro perché gay. E io dal pullmino gli ho fatto il gesto. Quindi mi sono sempre un po’ sentita in dovere di difenderlo. Però anche lui c’è sempre per me quando c’è bisogno”.

Con queste parole Gaia Zorzi ha rivelato un qualcosa che, purtroppo tanti giovani oggi subiscono a causa di una società troppo chiusa e bigotta. Ma c’è stato modo di parlare anche di altro…

Indietro
Novella 2000 © riproduzione riservata.

Nessun Articolo da visualizzare