Vittorio Sgarbi mostra Milano Così fan tutte

L’infedeltà muove il mondo: Vittorio Sgarbi inaugura la mostra a Milano

Una mostra sull’infedeltà dal mondo antico ai giorni nostri, curata da Vittorio Sgarbi a Milano. Il critico terrà una lezione sul tema questa sera: ospite anche Novella 2000.

Tra i protagonisti della mostra Così fan tutte, ideata da Vittorio Sgarbi e incentrata sul millenario tema dell’infedeltà coniugale, c’è anche Novella 2000. Il settimanale diretto da Roberto Alessi è stato infatti selezionato dal critico d’arte fra i testimoni di uno dei file rouge che lega mondo antico e modernità.

La mostra si propone di accompagnare il pubblico in un vero e proprio viaggio cronologico. Questo comincia da una delle eroine più infedeli della mitologia, Elena di Troia, e termina in una sezione dedicata al gossip. In essa si raccolgono i casi di infedeltà e tradimento più significativi dal Novecento agli anni Duemila. Il suo allestimento si deve alla consulenza del nostro direttore.

Parte dell’allestimento è dinamico e interattivo, in modo da consentire ai visitatori un’esperienza ancor più coinvolgente. Oltre alle fonti storiche, alle opere d’arte e ai documenti scritti, anche molte riproduzioni foto e cinematografiche. Non dimentichiamoci infatti che non solo la letteratura, ma anche il cinema e soprattutto certo cinema italiano degli anni Settanta hanno raccontato la fenomenologia del tradimento facendone uno degli attributi del maschio nostrano.

Tutti i dettagli sulla mostra Così fan tutte presso Spazio Dante a Milano

L’idea dell’evento appartiene in realtà a Gleeden, notissimo sito dichiaratamente preposto agli incontri extraconiugali in tutta Europa. A curare i dettagli della mostra, che resterà allo Spazio Dante di Milano dal 23 settembre al 6 ottobre 2019, ci hanno invece pensato Vittorio Sgarbi e la storica dell’arte Beatrice Avanzi, ex conservatrice del parigino Musée d’Orsay.

La cerimonia di inaugurazione della mostra vedrà Vittorio Sgarbi esibirsi in una lectio magistralis sull’argomento. Il critico cercherà di dimostrare il peso anche storico-politico che l’infedeltà coniugale (soprattutto femminile) ha avuto ai piani alti della società occidentale.

In alcuni casi, mentre segnava più o meno drammaticamente le famiglie, il tradimento aiutava a intessere relazioni politiche. Ma determinava anche rapporti di potere, o si rivelava ago della bilancia di veri e propri eventi storici. E di ciò ne sanno qualcosa figure come Caterina II di Russia, Lucrezia Borgia o eroine letterarie come Madame Bovary e Anna Karenina.

L’inaugurazione della mostra si terrà questa sera, martedì 24 settembre 2019, alle ore 18.00 presso lo Spazio Dante di Via Dante 14 a Milano.

Novella 2000 © riproduzione riservata.