Selen intervista Novella 2000 n. 3 2021

Intervista a Selen: ‘In TV troppi raccomandati, sono single da cinque anni’

Luce Caponegro in arte Selen: l’ex stella del cinema a luci rosse si racconta in un’intervista a Novella 2000 tra l’amore e il passato in TV.

Selen davanti alle telecamere, ma nella vita privata sempre Luce Caponegro. L’ex stella del cinema a luci rosse che oggi lavora come estetista e imprenditrice è una delle protagoniste del nuovo numero di Novella 2000 in edicola da questa mattina. Sentita dal collega Mattia Pagliarulo per un’intervista che spazia dall’amore al lavoro fino al potenziale ritorno in TV, Selen ha chiarito perché ha scelto di abbandonare il mondo dello spettacolo.

Specializzatasi in estetica e aperto il suo primo salone a Ravenna, si definisce una vera e propria artigiana di bellezza. Ma oltre alle soddisfazioni professionali, che l’hanno portata anche dietro la cattedra, a gratificarla più di tutto c’è la famiglia. Mentre racconta di aver subito una delusione troppo profonda per pensare ancora agli uomini, i due figli e la nipotina colmano le sue mancanze in amore.

Ma vediamo più nello specifico che cosa ha raccontato Selen nel corso della sua intervista.

“Poca meritocrazia nel mondo dello spettacolo”

Come mai ha deciso di cambiare radicalmente lavoro e lanciarsi nel mondo dell’imprenditoria del beauty?

“Ho fatto questa scelta perché mi sono accorta che nel mondo dello spettacolo spesso non c’è meritocrazia. Più di una volta mi sono vista soffiare un posto da un’altra collega raccomandata perché magari aveva la conoscenza giusta. Quindi un bel giorno mi sono chiesta che altro lavoro mi sarebbe piaciuto fare e la risposta è stata: imprenditrice nel settore estetico, per prendermi cura ed esaltare la bellezza e la femminilità delle donne. Sono pienamente convinta che la parte estetica della donna non sia così slegata dalla sua anima”.

Aveva già le conoscenze per farlo?

“No, ho frequentato una scuola di estetica e ho preso la qualifica con il massimo dei voti e poi per completare la mia formazione ho fatto numerosi corsi per altri tre anni, e otto anni fa ho aperto il mio centro a Ravenna, la mia città. Con gli anni sono diventata anche docente di estetica e insegno in un istituto professionale”.

Una mamma diversa per ogni figlio

Lei è mamma di un figlio di 32 anni e di uno di 14. Che mamma è con Kangi e Gabriele?

“Con entrambi i miei figli sono stata una mamma dolce, giocosa e coccolona. Però con i miei due figli non sono stata la stessa madre”.

In che senso?

“La prima volta sono diventata madre a diciannove anni ed ero appena una ragazza, la seconda volta a quaranta ed ero già una donna matura. Dico sempre che ho due figli unici per la loro notevole differenza d’età. Quando sono diventata mamma di Kangi ero un cavallo pazzo: ero fuori dalle righe e non sempre riuscivo a vederlo tutti i giorni. È capitato più di una volta che stessi lontana da casa una o addirittura due settimane perché mi trovavo su un set magari dall’altra parte del mondo.

Con mio figlio minore, Gabriele, invece sono la classica mamma chioccia. Baso molto il rapporto con lui sul dialogo e il confronto e sono sempre presente nel suo quotidiano. A ogni modo il senso di maternità l’ho sempre avuto, già all’età di quindici anni desideravo un figlio”.

È anche una nonna giovanissima. Che rapporto ha con sua nipote?

“Kangi mi ha resa nonna: mia nipote si chiama Melia, una bimba di due anni dolcissima e molto intelligente, che parla già quattro lingue. Purtroppo non riesco a fare la nonna a tempo pieno perché mio figlio e sua moglie girano il mondo per lavoro, quindi la mia nipotina la vedo veramente pochissimo”.

È fidanzata ora?

“Sono sola da circa cinque anni, anche se i corteggiatori non mi mancano”.

Le manca avere un uomo al fianco?

“Ho conosciuto l’amore profondo e quando la storia è giunta al capolinea è come se il mio cuore si fosse chiuso nei confronti del genere maschile. Ho sofferto talmente tanto che non ho più voglia di mettermi in gioco”.

Selen nell’intervista a Novella 2000: “Farei volentieri un reality”

Le manca il mondo dello spettacolo?

“Ora che da anni conduco una vita normale, devo ammettere che a volte il mondo dello spettacolo mi manca. Per tanti anni non mi è mancato affatto, ma ultimamente sì”.

Si è pentita di aver lasciato?

“No. Sentivo l’esigenza di confrontarmi con una vita normale: lavoravo nello spettacolo da quando avevo diciotto anni e avevo veramente bisogno di una sorta di disintossicazione“.

Cosa tornerebbe a fare in tv?

“Vi dico che un reality non mi dispiacerebbe affatto. Ho già partecipato nel 2004 alla prima edizione de La Fattoria… ma il Grande Fratello VIP, L’Isola dei Famosi o Pechino Express li farei volentieri. Parecchi anni fa ho rifiutato a malincuore l’Isola perché Gabriele era piccolo e non me la sono sentita di lasciarlo solo per mesi.

Oppure mi piacerebbe prendere parte a un programma dove si parla di benessere, estetica, trattamenti. Insomma, ciò di cui mi occupo con amore e passione oggi. Comunque le mie priorità assolute sono fare la mamma e seguire il mio centro estetico, tutto il resto è secondario”.

Novella 2000 © riproduzione riservata.

Nessun Articolo da visualizzare