Italfarmacia Novella 2000 n. 52 2020

Italfarmacia: perché per le donne è più difficile perdere peso

Perché le donne accumulano più peso dell’altro sesso? Ecco tutti i motivi e soprattutto come porvi rimedio con i prodotti a marchio Italfarmacia.

Perché le donne, benché abbiano generalmente un atteggiamento più attento verso ciò che riguarda la salute, il benessere e l’alimentazione, tendono con più facilità a ingrassare e fanno più fatica a dimagrire rispetto agli uomini? Le cause sono varie e riconducibili alla biologia, agli stili di vita e all’ambiente.

Il corpo femminile è più importante di quello maschile per la conservazione della specie. La donna ha il ruolo biologico di allevamento della prole e presenta una conformazione fisica cosiddetta “ginoide”, per cui accumula grasso soprattutto su fianchi e glutei. Ciò le permette di conservare più scorte energetiche negli adipociti, consentendo la possibilità di fornire nutrimento al nascituro e di poter essere sempre pronta ad allattare.

Questi depositi di adipe nella donna sono favoriti proprio dagli ormoni estrogeni. Quindi, ritroviamo tendenzialmente una percentuale maggiore di massa grassa e una minore di massa muscolare rispetto all’uomo.

Nell’uomo, il testosterone è responsabile della presenza di maggiore massa muscolare a cui segue un metabolismo basale più alto, perché avere più muscoli comporta spendere di più in termini di energia, anche a riposo.

Non solo cause biologiche

La menopausa, le gravidanze e il ciclo sono potenzialmente collegati all’aumento di peso. Ci sono però anche fattori sociali e psicologici che influiscono negativamente.

Eventi come la perdita del posto di lavoro o il divorzio hanno un impatto psicologico ed economico ancora più negativo sulla donna, che con maggiore facilità usa il cibo come mezzo di consolazione.

Ciò avviene anche rispetto al lavoro domestico, che grava maggiormente o esclusivamente sulla donna generando stress che, a sua volta, favorisce la produzione di grelina e cortisolo responsabili dell’aumento di peso.

Allora la donna deve arrendersi al sovrappeso e all’obesità? No, la soluzione c’è.

La soluzione all’aumento di peso

La Liposuzione Alimentare con Amin 21 K ha diversi vantaggi:

  • la breve durata dei trattamenti proposti;
  • l’azione della chetosi;
  • il supporto del medico o del nutrizionista.

Tutto questo garantisce un dimagrimento rapido, sano e sicuro.

Il trattamento chetogenico deve essere seguito per un breve periodo, a seconda dei casi da dieci giorni a massimo tre settimane, in base al protocollo prescelto. Se necessario, può essere ripetuto. Quindi non è una dieta.

Altro equivoco molto diffuso che è importante chiarire: è un trattamento normo-proteico, in quanto le proteine assunte corrispondono a quelle che dovrebbero essere introdotte in relazione al peso anche in un’alimentazione equilibrata.

Il protocollo prevede l’utilizzo di un integratore appositamente formulato, Amin 21 K, affinché si sviluppi il processo della chetosi. Cioè, l’organismo inizierà ad alimentarsi bruciando i grassi in eccesso. In questo modo la figura si rimodella eliminando l’adipe da fianchi, cosce, e da tutte le zone dove tipicamente si accumulano i grassi, anche in menopausa.

Quindi viene attaccata solo la “massa grassa”, mantenendo e a seconda del caso rafforzando la “massa magra”, fondamentale per il metabolismo basale.

Le diete si associano molto frequentemente alla sensazione della fame e al nervosismo conseguente. Sempre grazie al processo di chetosi e all’utilizzo dell’integratore Amin 21 K, la sensazione di fame scompare dopo circa 48-72 ore.

Sosteniamo la nostra salute

Decine di migliaia di casi studiati dimostrano che, con un trattamento, si può “perdere” in media tra il 7 e il 10% del peso iniziale. Se necessario, come abbiamo già detto, il trattamento può essere ripetuto.

Per un ulteriore supporto alla nostra salute, teniamo conto che i due terzi delle cellule del sistema immunitario si trovano nell’intestino, e il microbiota ha un ruolo fondamentale nello sviluppo di un sistema immunitario forte e bilanciato.

Ma non basta: recenti studi hanno dimostrato l’influenza del microbiota nel mantenimento del peso al di sotto dell’obesità.

Biocult Strong è un integratore innovativo di 120 miliardi di probiotici. Contiene otto ceppi batterici (pro-biotici) scelti tra quelli che sappiamo essere più frequenti nel microbiota di persone sane, e con questi si potranno affrontare le insidie che nuocciono al nostro organismo.

Un ulteriore vantaggio: si conserva a temperatura ambiente senza alterazioni dei lactobacilli.


Novella 2000 © riproduzione riservata.

Nessun Articolo da visualizzare