Lucas Peracchi, Giulia Carnevali e Tara Gabrieletto: il triangolo degli inganni a Uomini e Donne

Cosa non si fa per la visibilità (facciamo pure la rima). La frase “Maria non sono qui per le telecamere” pronunciata da ogni tronista, corteggiatore, corteggiatrice di Uomini e Donne è l’emblema di quello che spesso porta questi ragazzetti tutti ciuffi e muscoli a partecipare al programma.. Certo la notorietà è un piatto prelibato, se ci aggiungete che l’importante è fare un po’ di rumore all’interno del programma per ottenerla…

Non è né il primo, né l’ultimo episodio, quello del bel tronista Lucas Peracchi che pur di rimanere all’interno del programma si lascia corteggiare da mille ragazze, senza poi sceglierne nemmeno una, o meglio avendo già scelto la sua Giulia Carnevali

Una strategia che ha vita breve nonostante l’aiuto di Tara (compagna dell’ex tronista Cristian Gallela) che ha fatto da messaggera tra lui e la sua lady e che ha consigliato al giovane tronista di, come si suol dire, “allungare il brodo” per ottenere maggiore visibilità…

Un consiglio “d’oro” visto che nell’ultima puntata di Uomini e Donne si è scatenato l’inferno…

Un turbinio di accuse, provocazioni e bugie (non di certo mosse dall’amore), sia durante la trasmissione che sui loro account social, che i due “innamorati” si sono lanciati reciprocamente e, per sgravarsi dalla “colpa”, i due affermano che dietro tutto questo ci sia Tara Gabrieletto e i suoi consigli… In un post Giulia scrive delle parole durissime nei confronti di Tara e Lucas che – come lei scrive – hanno approfittato delle sua “ingenuità”… Ecco le parole: “Io se ho bisogno di soldi perché non ho un letto vado a lavorare, non a fare il tronista. E se voglio fare lo stron*o con tutte perché uso “Uomini e Donne” per farmi conoscere e basta non tranquillizzo nessuna purché rimanga. Prendersi gioco delle persone con agente, manager e compagnia bella è da subdoli. […] Se io ho bisogno di soldi, lavoro seriamente come ho sempre fatto. […] Se avessi preso un euro sarei stata zitta e anche contenta, se era quello che volevo. Siccome ne esco ferita, perché a vent’anni mi sono fatta trasportare dai sentimenti, non parlate a vanvera. Poi che avessero in mente tutta questa scenetta, io non lo potevo immaginare. Sono sempre stata in buona fede. Grazie a Dio è saltato fuori, altrimenti avrei perso un altro mese per credere al fatto della scelta, poi una volta avvenuta, mi avrebbe scaricata al primo incrocio utile perché tanto ormai Giulia non ci serve più. Le serate le abbiamo già programmate e mi sarei dovuta concedere?”.

Una storia che ha raccolto il dissenso del pubblico, della redazione e soprattutto di Maria de Filippi… Tutto questo per amore? Macché…

Novella 2000 © riproduzione riservata.