Manuel Bortuzzo rivela come e se potrà tornare a camminare
Manuel Bortuzzo - foto per gentile concessione dell'ufficio stampa di Endemol Shine Italy

Manuel Bortuzzo rivela come e se potrà tornare a camminare

Nel pomeriggio durante una chiacchierata con Davide Silvestri, Manuel Bortuzzo rivela al suo compagno come e se potrà tornare a camminare

GF Vip: le parole di Manuel Bortuzzo

Dal suo ingresso nella Casa del GF Vip a oggi Manuel Bortuzzo ha spesso parlato dell’incidente che due anni fa l’ha costretto a stare sulla sedia rotelle (e si è mostrato anche in piedi durante la fisioterapia). Il giovane gieffino oltre a spiegare quella che è stata la dinamica della sparatoria che accidentalmente l’ha coinvolto ha anche parlato della possibilità di tornare un giorno a camminare.

Nel pomeriggio odierno, come raccolto gentilmente da Biccy, il ragazzo si è ritrovato a scambiare quattro chiacchiere con Davide Silvestri e qui è tornato ad affrontare l’argomento rivelando come e se potrà un giorno muovere le sue gambe, magari anche grazie a specifici interventi chirurgici:

“Qualcosa si può riprendere. Essendo il midollo una cosa molto complessa, non è facile. Tu devi immaginarti una roba con miliardi di filamenti e connessioni, io molti li ho tranciati, ma alcuni sono ancora collegati. Molti sono ancora integri quindi”, ha esordito Manuel Bortuzzo, che ha proseguito ancora:

“Le cure per tutti i collegamenti sono quasi impossibili da pensare. Tu per potermi curare dovresti prendere tra i miliardi di filamenti quelli giusti e collegarli. Filamento A e filamento A e unirli e così con tutti gli altri. Dovrebbe tutto essere collegato in modo perfetto. Si tratta di un lavoro quasi impossibile. Però nonostante ci si questo problema, il corpo umano è portato al recupero, non a morire”.

E ancora a proposito di questo Manuel Bortuzzo ha spiegato a Davide Silvestri:

“Si può creare qualcosa che aggiri il problema periferico. Quindi servono soltanto alcune cose basilari. Il collegamento per dare il grado giusto di flessione del ginocchio per far reggere le gambe. Poi serve un po di movimento alla coscia e al quadricipite”. E ancora Manuel Bortuzzo ha detto: “Potrò recuperare quello che si è salvato. Per altre cose minori bisognerà agire in modo esterno con degli interventi. Fino a che posso, che son vivo io mi impegnerò. Non dirò di non fare le operazioni. I medici con me sono stati chiari su cosa potrò recuperare. Se fosse ‘no, è impossibile’, me l’avrebbero detto”.

Così Manuel Bortuzzo è determinato a fare tutto il possibile affinché possa tornare pian piano a camminare. Una storia, la sua, che ha commosso tutti. La forza di volontà c’è tutta, così come il desiderio di poter gareggiare alla Paralimpiadi tra 4 anni. Noi ci auguriamo ovviamente che il gieffino possa realizzare questi suoi obiettivi!

Novella 2000 © riproduzione riservata.

Newsletter di Novella 2000

Nessun Articolo da visualizzare