marco carta

Marco Carta choc: “l’utero in affitto è inumano” – Le forti parole del cantante dopo il coming out

1Dopo il suo coming out, Marco Carta fa delle pesanti affermazioni sulla scelta dell’utero in affitto.

Sono passate poche settimane da quando Marco Carta ha deciso di fare coming out pubblicamente nel salotto di Barbara d’Urso. Il sardo ha trovato la forza di raccontare la sua storia, svelando la omosessualità e la sua nuova attuale felicità, dovuta anche al suo compagno. Naturalmente la maggior parte del web ha sostenuto e supportato l’ex cantante di Amici, e sono in molti ad aver trovato le sue parole di ispirazione. Adesso il giovane si è raccontato in una lunga intervista per il Corriere della Sera, dove ha nuovamente parlato del suo percorso, facendo, però, affermazioni abbastanza pensati sulla scelta dell’utero in affitto che stanno molto facendo discutere.

Partendo dalla sua consapevolezza di essere gay, Marco ha ammesso:

“Da adolescente ho avuto due fidanzate. Però latente c’era sempre un pensiero che mi faceva paura e, se cercavo di scacciarlo, era un mostro che si faceva ancora più grande. Il pensiero era: se sarò omosessuale, non avrò figli. Mi ripetevo “non avrò figli. Non avrò figli”. E io, più di tutto, voglio una famiglia. A 21 anni, un ragazzo mi ha baciato. Sono rimasto immobile, ho trattenuto il fiato. È stato così forte. La notte non ho dormito, ma ho sentito che era la mia strada”

Non è finita qui.

Indietro
Novella 2000 © riproduzione riservata.