Michele Bravi a Verissimo parla per la prima volta dopo l'incidente: le sue parole

Michele Bravi a Verissimo parla per la prima volta dopo l’incidente: le sue parole

1Dopo l’incidente che l’ha visto coinvolto, Michele Bravi parla per la prima volta a Verissimo

Nel Novembre 2018 Michele Bravi è stato coinvolto in un incidente stradale, che purtroppo è costato la vita ad una donna di 58 anni. In attesa della prima udienza il 23 Gennaio il cantante, dopo una lunga pausa, è tornato a piccoli passi nel mondo della musica, la sua casa. Per la prima volta a seguito di questo periodo molto complicato, Michele è tornato in TV. Ad accoglierlo Silvia Toffanin a Verissimo domani alle 16:10 su Canale 5. Qui l’artista ha rilasciato una lunga intervista dove ha parlato di quanto accaduto.

Ancora molto scosso, Michele si è fatto coraggio e ha espresso ciò che prova da quel giorno che per sempre resterà scalfito nella sua mente:

“Quando vivi un trauma cambia il tuo corpo e il modo di vedere le cose. Non riuscivo a sentire gli altri. Ero semplicemente da un’altra parte, avevo perso aderenza con il reale. Abituarsi all’assenza di suono per me, che ho sempre raccontato quello che vivevo attraverso la musica, è stato molto difficile”.

Ha dichiarato il cantante, che ha confidato di aver avuto bisogno di aiuto per poter riprendere il mano la sua vita:

“Quando succede qualcosa di così traumatico non si può pensare di uscirne da soli. L’amore non basta. Serve un percorso terapeutico e farsi aiutare per trovare il coraggio di affrontare la situazione con uno specialista. Ho seguito un metodo clinico per il trattamento dei grandi traumi – l’EMDR – che mi ha salvato e mi ha fatto tornare a parlare e a sentire”.

Michele Bravi ha confessato di essere stato molto fortunato, nonostante il periodo così complicato, e di aver avuto con sé una persona in grado di poterlo spronare e rassicurare:

“Ho avuto una fortuna enorme: avere un angelo vicino. Lui adesso non fa più parte della mia vita soltanto perché si è trasferito all’estero. Questa persona, che posso ritenere la più importante della mia vita, è stata salvifica. Mi ha aiutato a tornare pian piano alla vita, alla realtà. Mi diceva l’opposto di quello che dicevano gli altri. Secondo lui dovevo assorbire questo dolore da solo promettendomi però che mi avrebbe tenuto la mano per tutto il tempo”.

Continua per leggere le prime parole di Michele Bravi a Verissimo dopo l’incidente…

Indietro
Novella 2000 © riproduzione riservata.