Antonella Clerici Vittorio Garrone Novella 2000 n. 38 2021

Proposta di nozze per Antonella Clerici: la conduttrice sposa Vittorio Garrone?

Antonella Clerici avrebbe ricevuto la proposta di nozze dal compagno Vittorio Garrone, che ha ormai ottenuto il divorzio dall'ex moglie

Acquista il nuovo romanzo di Daninseries

Proposta di nozze per Antonella Clerici

Si sposano? Ma quando si sposano? Dopo sette anni d’amore, i fan della coppia formata da Antonella Clerici e Vittorio Garrone sognano l’happy end coi fiori d’arancio.

Perché ormai i vincoli che impedivano il “sì” si sono dissolti. L’imprenditore genovese, alle spalle un matrimonio con una donna sudamericana da cui sono nati tre figli (Luca, Agnese e Beatrice) lo scorso aprile ha ottenuto il divorzio. E non vede l’ora di mettere la fede al dito di Antonella.

Lei, però, tentenna:

“Vittorio me la butta lì con una certa frequenza: ‘Sappi che prima o poi ti chiederò di sposarti e tu dovrai rispondermi’. E io che ho sempre pensato che il matrimonio mi porti un po’ sfortuna. Replico ironica che la risposta gliela darò solo quando mi farà la proposta. Ma ci stiamo davvero pensando. Mi piace l’idea perché se ho una certezza è che starò con lui per tutta la mia vita”, ha raccontato lo scorso giugno la conduttrice di È sempre mezzogiorno.

Nei giorni scorsi, secondo il gossip, la fatidica proposta di nozze sarebbe arrivata.

Antonella Clerici: chi sono stati i mariti?

L’imprenditore avrebbe chiesto la mano della conduttrice durante una fuga d’amore in Normandia. Cosa abbia risposto Antonella non è dato sapersi.

Se nozze saranno, per la Clerici sarebbero le numero tre. Prima della relazione con Eddy Martens, papà di sua figlia Maelle, Antonella ha avuto due mariti.

Il primo, Pino Motta, lo sposò quando aveva 26 anni: “Facevo la giornalista sportiva, lui il giocatore di basket. Ero affascinata dal suo mondo, gli volevo molto bene. Ma non era amore con la A maiuscola. Dopo 24 mesi è finita”.

Il secondo matrimonio, con il produttore musicale Sergio Cossa, è arrivato nel 2000:

“Con lui ho conosciuto la passione autentica, il batticuore, mi sono sentita donna. Avevo 28 anni, lui 45 ed era il ritratto di Richard Gere. Tra tira e molla siamo stati legati una decina d’anni. Un grande amore, finito poco dopo il secondo anno di nozze. Un altro fallimento”.

La storia di Antonella e Vittorio

Ma ora nella sua vita c’è Vittorio. E Antonella Clerici non finirà mai di ringraziare l’amica che fece da Cupido:

“Lei lo conosceva da anni e mi diceva sempre: ‘Ho l’uomo giusto per te, è il tuo specchio, ha i tuoi stessi valori e sorride sempre'”.

L’amica in comune li fece conoscere nel 2015.

Per lui fu colpo di fulmine. Antonella Clerici invece, che usciva dalla dolorosa separazione da Eddy Martens, all’epoca tutto poteva vedere nel suo futuro tranne che un nuovo amore:

“Volevo pensare solo alla mia bambina e invece… dopo i 50 anni uno pensa di tirare i remi in barca, ma quando non ti focalizzi su un’idea arrivano le cose belle”.

Novella 2000 n. 38 – 9 Settembre 2021

Però con Garrone, separato e padre di tre figli, all’inizio aveva mille dubbi:

“Gli dicevo che avevo bisogno di tempo, che dovevo capire se la nostra era amicizia o poteva diventare amore”.

Allora lui le regalò una clessidra antica:

“‘Hai tutto il tempo che vuoi,’ mi disse, ‘io ti saprò aspettare’. Ho deciso in un mese”.

Travolta dall’amore

Chissà cosa deciderà a proposito delle nozze. Certo è che ormai da anni la conduttrice e Garrone fanno vita da sposati. La loro è una famiglia allargata che coinvolge i tre figli di lui e la dodicenne Maelle, che con Vittorio ha un ottimo rapporto:

“Mia figlia non ha un carattere faci- le ma lui la coinvolge, sempre nel rispetto della figura del vero padre”.

Per il compagno la conduttrice ha lasciato Roma e si è trasferita ad Arquata Scrivia, dove lui ha una super villa immersa nel bosco e un allevamento di cavalli:

“È un posto magico. Ed è finalmente il posto dove vorrei fermarmi. Sono sempre stata molto irrequieta, ho cambiato casa quasi ogni anno, ma ora sento di aver trovato il mio posto del cuore. Io e Vittorio vogliamo invecchiare qui nella nostra follia, con le nostre risate. Per poi essere sepolti qui sotto lo stesso albero. Insieme per sempre”.

Con o senza fiori d’arancio.

a cura di Roberta Mercuri

Novella 2000 © riproduzione riservata.

Newsletter di Novella 2000

Nessun Articolo da visualizzare