Belle da Vicino Novella 2000 n. 32 2020

Belle da Vicino di Alessandro Gualdi: come tenere d’occhio… le occhiaie

Il dottor Alessandro Gualdi svela i segreti per avere occhi attraenti e uno sguardo conturbante, eliminando borse e occhiaie ma senza rinunciare al carattere.

Proviamo a pensare di essere nei panni di un responsabile delle risorse umane che deve selezionare il nuovo dirigente di una società. (Usiamo il maschile come genere neutro, possono essere uomini o donne, non ha importanza). Avete appena fatto i colloqui finali ai due ultimi candidati. Entrambi hanno un curriculum adeguato, titoli ed esperienze ottimali. Ma, nonostante siano coetanei, uno ha uno sguardo vivace, occhi riposati, pelle elastica. L’altro ha la palpebra calata, le occhiaie, un po’ di borse sotto gli occhi. Chi scegliereste?

L’aspetto estetico ha un valore sociale, nella professione e nei rapporti personali, nessuno può negarlo. E lo sguardo è il primo canale di comunicazione interpersonale, che racconta di noi prima delle parole. Ecco perché sono molto richiesti gli interventi per sistemare la zona occhi e correggere quanto il tempo ha cambiato.

Non solo blefaro

Quando viene nel mio studio un cliente o una cliente per chiedermi di “rinfrescare” gli occhi, il primo punto da chiarire è di cosa ha realmente bisogno. Se il problema sono le palpebre, che per costituzione o per il passare degli anni si allungano verso il basso, la soluzione è la blefaroplastica, uno degli interventi più comuni in chirurgia.

Ne abbiamo parlato approfonditamente nel numero 25 di Novella 2000. Ma si possono correggere anche altri “dispetti” estetici che riguardano la zona occhi, come le occhiaie o borse.

Dark ring

Gli occhi un po’ infossati, perennemente contornati di nero anche quando si è ben riposati, piacciono poco. Danno quell’aspetto perso e vissuto che per qualcuno è affascinante. Ma vuoi mettere la luce che emana uno sguardo luminoso e solare?

Tecnicamente gli anelli scuri che si formano intorno agli occhi si chiamano Dark Ring e sono dovuti a un assottigliamento della pelle che lascia trasparire il colore cupo del muscolo sottostante. La soluzione è rinforzare la struttura della pelle, con un filler o con il lipofilling (in questo caso si usa una tecnica chiamata Loeb, che non lascia nessuna cicatrice), facendo in modo che il tessuto si integri con quello esistente e l’idratazione sia sempre ottimale. Un’operazione relativamente semplice, ma molto efficace, particolarmente richiesta dalla clientela femminile.

Via la borsa per la vita

Gli uomini invece sono più propensi a intervenire per ridurre le borse. Queste sono tre sacche di grasso che circondano gli occhi: quando la pelle non regge più a dovere, perché perde elasticità o perché aumenta il grasso contenuto, si ingrandiscono creando quell’effetto di bisacce che pendono sotto gli occhi. Anche qui si può intervenire per ridurle con la medicina o la chirurgia estetica.

Tornando alla situazione iniziale, ora cambiate ruolo e mettetevi nei panni dei candidati. Chi preferireste essere: quello con le borse e lo sguardo appesantito, magari vissuto ma stanco, o quello con gli occhi freschi e visibilmente attenti?

a cura di Alessandro Gualdi

Novella 2000 © riproduzione riservata.