Debora Cattoni Novella 2000 n. 51 2020

Debora Cattoni: tutto sulla manager che ha rilanciato Sara Tommasi

Acquista il nuovo romanzo di Daninseries

Debora Cattoni è l’autrice del rilancio di Sara Tommasi dopo il periodo nero della showgirl: tutto sulla giovane manager rampante.

Grazie a Sara Tommasi ho scoperto cosa volevo fare da grande. Lei aveva visto in me una mente potente, ricordo che mi disse: ‘Hai una mente geniale come quella di Lele Mora, e per me fu un grande complimento poiché considero Lele il miglior manager d’Italia degli anni 2000.

Non volevo fare questo lavoro. Io volevo fare l’attrice, ma il mio dono prevalente era quello di aiutare sempre gli altri. Prima lo facevo gratis, perché coniugavo con facilità lavori a persone, amori. Ho fatto sposare molti amici, per esempio. Ho creato tante cene con gente che mi seguiva.

Anni fa lavoravo come ragazza immagine nei migliori club, in cui si creavano tante situazioni dove per me era importante il contatto umano.

Oggi mi ritrovo con tantissime richieste di persone che vorrebbero sfondare nel mondo dello spettacolo.
Dopo Sara Tommasi, che ho rilanciato, cerco di seguire personaggi con volti genuini e nuovi. Dobbiamo dare la possibilità a persone sconosciute, che non hanno gli strumenti per muoversi in questo showbusiness. Tornare un po’ allo stile del primo Grande Fratello (non VIP), per intenderci. Quindi gente vera, e non costruita.

La televisione per me necessita di un cambiamento radicale: ammazzare gli stereotipi e lanciare talenti reali. Attualmente sto seguendo Salvatore Giorgio, il sensitivo della percezione extrasensoriale, già ospitato più volte da Barbara d’Urso a Pomeriggio 5. Ragazzo speciale e con un grande dono. E Fabiana Macaluso, pittrice del sesto senso. Due volti non conosciuti al grande pubblico. Sono molto attratta dal paranormale.

Realizzo inoltre eventi curati e creati da me, dedicati alla storia Lamborghini, dove all’interno porto sempre star di Hollywood o grandi nomi di Artisti che hanno fatto la storia.

Lancio un appello: mi piacerebbe moltissimo potermi raccontare a Maurizio Costanzo, il Re dei talk show. Mi auguro che il dottor Costanzo mi legga. Avrei tanto da dire sui manager del ventunesimo secolo”.

a cura di Mattia Pagliarulo

Novella 2000 © riproduzione riservata.

Nessun Articolo da visualizzare