Elisabetta Canalis: quanto avrebbe guadagnato con lo spot di Sanremo

NEWS

Elisabetta Canalis: quanto avrebbe guadagnato con lo spot di Sanremo

Vincenzo Chianese | 16 Febbraio 2022

Ecco quanto avrebbe guadagnato Elisabetta Canalis con lo spot andato in onda durante le cinque serata di Sanremo 2022.

Il presunto cachet di Elisabetta Canalis

Anche se a distanza, una delle protagoniste del Festival di Sanremo 2022 è stata Elisabetta Canalis. Chi ha seguito la kermesse musicale sa bene che durante tutte le cinque serate è andato in onda uno spot dedicato alla regione Liguria con protagonista proprio la showgirl. Tuttavia non tutti hanno apprezzato la pubblicità, e sui social non sono mancate diverse critiche. Le malelingue del web infatti hanno attaccato la Canalis, colpevole, a loro detta, di rappresentare una regione che non è la sua. Come in molti sapranno infatti Elisabetta è sarda. Ma non solo. La showgirl, vivendo a Los Angeles, ha girato lo spot da casa sua, e la cosa ha fatto storcere il naso ai più. A intervenire in queste ore però è stato Giovanni Toti. Il Governatore della Regione ha spiegato che la scelta è ricaduta sulla Canalis per via delle sue precedenti partecipazioni al Festival e per sottolineare il fatto che non solo un ligure può apprezzare le bellezze della regione. Queste le sue dichiarazioni, riportate da Gossipetv:

“Si tendeva a proporre un’idea dei ricordi che restano parte del proprio bagaglio di esperienze personali in Liguria, anche vivendo ormai lontani dalla nostra Regione”.

Ma non solo. Giovanni Toti ha anche svelato quando avrebbe guadagnato Elisabetta Canalis per lo spot di Sanremo. La showgirl avrebbe intascato un cachet di 100 mila euro. Il Governatore della Regione a seguito delle ulteriori critiche ha fatto notare come tale somma non sia da ritenersi esagerata, visti gli ottimi risultati di Sanremo 2022. Queste le sue parole:

“Sì, è stata pagata 100mila euro. Questi costi parametrati al pubblico che ha visto il Festival di Sanremo valgono lo 0,01% per contatto, una delle campagne pubblicitarie migliori che ricordo nella mia ventennale esperienza nelle tv commerciali”.