Eurovision, le conduttrici del 2021 criticano l'edizione italiana

Eurovision, le conduttrici del 2021 criticano l’edizione italiana

Le due conduttrici dell'Eurovision 2021 criticano l'edizione italiana: ecco le loro dichiarazioni, che fanno discutere il web.

1Parlano le conduttrici dell’Eurovision 2021

Acquista il nuovo romanzo di Daninseries

Si è da poco concluso l’Eurovision 2022, che quest’anno ha avuto un successo incredibile. Grazie alla professionalità di Laura Pausini, Mika e Alessandro Cattelan, che hanno lavorato duramente e senza sosta, la kermesse ha raggiunto ascolti da capogiro, soddisfacendo a pieno le aspettative degli organizzatori. Tuttavia in queste ore è accaduto qualcosa che non è passato inosservato. Nikkie de Jager e Chantal Janzen, conduttrici del 2021, hanno criticato l’edizione italiana, che secondo il loro pensiero non sarebbe stata all’altezza della precedente. Ma andiamo a scoprire nel dettaglio le loro parole. La prima a parlare è proprio la youtuber e make-up artist olandese, che nel corso di un’intervista ha detto la sua. Queste le dichiarazioni di Nikkie de Jager, riportate dai colleghi di Biccy:

“Mia mamma mi ha insegnato una cosa importante. Quando non hai proprio nulla di carino da dire, allora è meglio stare zitta. Ok, l’ho trovato un po’ imbarazzante. Però mi ha fatto apprezzare di più tutto quello che abbiamo fatto noi l’anno scorso e come tutto sia andato bene. Anche la chimica tra noi conduttori era più forte. Mi spiace adesso sembrerò davvero una str***a. Ma non penso che sia stato tutto così bello”.

A criticare l’Eurovision 2022 è stata anche Chantal Janzen, che facendo eco alle parole della sua collega ha aggiunto:

“Grazie ai nostri autori per non aver scritto battute nei nostri testi l’anno scorso”.

Ma non è finita qui. Dopo aver criticato l’edizione italiana, Nikkie de Jager ha detto la sua anche sulla finale dell’Eurovision 2022. Andiamo a leggere le sue parole.

Indietro

Nessun Articolo da visualizzare