Filippo Nardi GFVip Novella 2000 n. 4 2021

Filippo Nardi dopo la squalifica: ‘Io massacrato senza appello’

Filippo Nardi si sfoga con Novella 2000 dopo la squalifica per alcune frasi di cattivo gusto pronunciate durante l’ultimo soggiorno al GFVip.

Con il numero uscito in edicola questa mattina, Novella 2000 ha offerto a Filippo Nardi l’opportunità di rilasciare le sue prime parole ufficiali a seguito della squalifica dal GFVip. Nardi era entrato nella casa per chiudere l’anno con un progetto che lo aveva solleticato sin dall’inizio.

A chiedere di partecipare al reality per la seconda volta nella sua vita, dopo la scena cult che nel 2000 lo vide sbottare dal primissimo confessionale, è stato proprio lui. Tramite un sms inviato a Signorini – spiega al nostro settimanale – aveva proposto alla produzione di entrare nel loft di Cinecittà insieme al figlio Zachary, da poco diciottenne.

Oltre al privilegio di rientrare in gioco dopo vent’anni, avrebbe avuto anche l’occasione di trascorrere del tempo prezioso e speciale con suo figlio. Invece non è stato possibile, e comunque la sua esperienza si è rivelata ugualmente più breve del previsto. Colpa di alcune battute a sfondo sessuale che hanno leso l’immagine del programma ma soprattutto la sua, visto che il web lo ha travolto di critiche e insulti.

Da allora non ha ancora spiegato le sue ragioni, al di là delle scuse pronunciate in diretta mentre ancora sedeva come concorrente nel salotto della casa. Poi, il silenzio.

“Non ho avuto diritto di replica e così sono molto dispiaciuto. Doppiamente. Ci tenevo tanto a fare questa esperienza e per me era importante tornare dove tutto era iniziato. In più, non potermi spiegare mi fa sentire frustrato.

Filippo Nardi si è dunque dilungato con la nostra Tiziana Cialdea, alla quale ha svelato altri retroscena sul GFVip e nel ribadire le sue scuse ha sottolineato di essersi sentito carne da macello.

In TV siamo tutti carne da macello. Lo so, faccio TV da vent’anni. Ma ho sempre cercato di mantenere la mia linea, essendo me stesso nel bene e nel male e non credevo che di venire massacrato così.

“Ho portato ‘la caserma’ in TV, ma mi hanno punito”

Nella serata che lo ha visto abbandonare il gioco, la regia del reality ha trasmesso un filmato che raccoglieva tutte le uscite più pruriginose della sua permanenza in casa. Ma la goccia che ha fatto traboccare il vaso si è rivelata una battuta che Filippo Nardi ha definito “da caserma”, indirizzata ad un’altra concorrente del GFVip, cioè Maria Teresa Ruta.

Filippo però insiste: quella battuta è emersa al culmine di un clima di ironia che stava coinvolgendo anche gli altri coabitanti.

“Io non sono matto: non sono entrato in una stanza dove parlavano di filosofia cambiando discorso. Quello che ho detto era un’escalation di goliardia in una situazione da camerata. È vero, c’erano le donne. Ma per me in quel contesto eravamo tutti concorrenti sullo stesso piano.

Le mie parole fuori contesto sono sembrate fuori luogo. Ma stavamo ridendo tutti. Siamo arrivati a parlare di quegli scherzi sulla base di richieste che mi sono state fatte“.

Poi, come aveva già fatto in TV, si giustifica attribuendo quel genere di umorismo spinto alla sua educazione in collegio.

“Io sono stato in collegio militare in Inghilterra dai dodici ai diciassette anni anni. E in fatto di scherzi, anche pesanti, sono molto preparato. Io ho raccontato i giochi da caserma, ma quello che ho detto non l’avrei mai fatto. La mia colpa? Aver portato la caserma in TV. Niente di più.

Filippo Nardi: “Chiedevo agli autori come stessi andando e mi dicevano di non preoccuparmi”

Nardi precisa inoltre che la tirata di orecchi arrivatagli in diretta televisiva lo abbia lasciato ancor più di stucco, dal momento che aveva preso l’abitudine a informarsi con gli autori se esagerasse con il linguaggio.

“Ero già terrorizzato per il mio linguaggio, perché è colorito. Così ogni giorno, quando al mattino mi misuravano la temperatura in confessionale, chiedevo se stavo esagerando. La risposta? Sempre la stessa: ‘Tutto a posto! Stai andando alla grande’. Poi, la doccia fredda.

Io sono stato me stesso e ho parlato di tutto con tutti. Posso aver esagerato, lo so. Ma ritengo di non aver detto niente con rabbia o per ferire qualcuno. Per provocare forse sì, per strappare una risata”.

Se al posto della Ruta, insomma, ci fosse stato qualcun altro a dormire davanti a lui, la battuta rivolta alla conduttrice avrebbe avuto un altro destinatario.

Non ci sto a sentirmi dire che ho offeso la dignità di Maria Teresa come donna: la dignità non ha sesso. Io stavo solo facendo lo stupido. Sono specializzato nel farlo, e probabilmente è per quello che mi hanno buttato dentro. Non mi sono reso conto della portata di quello che stavo dicendo, perché non gli davo il valore che gli è stato dato fuori”.

Filippo Nardi crede comunque che se davvero le parole pronunciate al GFVip hanno ferito la compagna, quelle sono state le uniche.

Non avevo qualcosa contro Maria Teresa Ruta. A differenza di quello che dice lei, nemmeno ho detto altre cose nei suoi confronti. Se l’avessi fatto, le avrebbero fatte vedere. E soprattutto lei sarebbe andata a lamentarsene in confessionale. Ma non è successo”.

Nardi e la paura dell’oblio

La squalifica dal GFVip rischia a questo punto di marchiare Filippo Nardi d’una lettera scarlatta che potrebbe rivelarsi difficile lavare via. Davanti a sé, l’esperto di eleganza e bon ton di Detto Fatto non intravede che riflettori spenti.

Sono consapevole delle conseguenze. Già le ho sperimentate quando non mi hanno dato la possibilità di spiegarmi… Sono arrabbiato e al tempo stesso deluso. Ero davvero contento di fare questa esperienza, non per rilanciare la mia carriera, ma per finire un anno schifoso con qualcosa di bello. Certo, avevo anche motivi economici e di visibilità: il Grande Fratello VIP è l’unico programma importante che c’è in questo momento. E oggi mi trovo oscurato per una decisione che non capisco.

Mi vogliono dire che sono volgare? Eppure vedo che inquadrano i c***, mandano in onda dialoghi di persone che parlano solo di sesso con allusioni molto più volgari, almeno secondo me.

Rispetto a quando l’ho fatto la prima volta, quest’anno avevo molto da perdere. E infatti ho perso. Ma sono certo che sono stato buttato fuori per gli stessi motivi per cui ero stato messo dentro.

Intanto, Filippo approfitta degli ultimi eventi nella casa per dire la sua, ancora una volta, su Maria Teresa Ruta tramite i social.

Novella 2000 © riproduzione riservata.

Nessun Articolo da visualizzare