Morgan rivela la sua giuria di X Factor ideale e chi l'ha cacciato dal talent
Morgan a X Factor

Morgan rivela la sua giuria di X Factor ideale e chi l’ha cacciato dal talent

X Factor: Morgan rivela quella che è la sua giuria ideale, poi confessa chi è stato a cacciarlo dal talent show. Le sue parole

1X Factor: la giuria ideale di Morgan

Acquista il nuovo romanzo di Daninseries

Rolling Stone questa settimana ha avuto modo di scambiare quattro chiacchiere con Morgan. Il cantautore è tornato a parlare della sua esperienza a X Factor, della possibilità di un ritorno nel programma e chi è stato a ‘cacciarlo via’. Una delle prime cose che hanno colpito della sua intervista è stato quando ha delineato la sua giuria ideale del talent show. Ecco cosa ha detto:

Maria De Filippi, Red Ronnie, Silvio Berlusconi e Carlo Verdone. E naturalmente io come presentatore

Ha detto Morgan. Una giuria davvero molto particolare, non trovate? Ma come dicevamo il cantante ha spiegato anche della possibilità di tornare nel programma. Questo quanto estrapolato da Biccy dall’intervista di Rolling Stone e non sono mancati complimenti per Manuel Agnelli:

“Torna X Factor? Onestamente credo non sia successo niente di interessante in questi ultimi X Factor, proprio perché partono da una prospettiva di proposta musicale blanda e non interessante. Cioè, lì in mezzo non c’è nessuno che abbia avuto le palle di assumersi delle responsabilità di scelte vere, musicalmente parlando. Da quando me ne sono andato, sette edizioni fa, la sola novità sono stati i Maneskin. E infatti, non a caso, appartengono all’unico giudice che dopo di me ha svolto un discreto lavoro. Sto parlando di Manuel Agnelli che, a parte i capelli, mi ha un po’ sostituito”.

Per Morgan, però, il successo della band romana non è dovuto solo alla bravura di Manuel Agnelli:

“Se i Maneskin avessero ascoltato davvero quello che gli ha consigliato Agnelli non avrebbero vinto Sanremo e non sarebbero stati compresi internazionalmente all’Eurovision. Lui non c’entra niente con il loro modo di stare sul palco. La loro forza non sono i testi o le sonorità, anche se sono ottimi, ma la teatralità e in questo lui non c’azzecca nulla”.

C’è stato modo per Marco Castoldi (vero nome di Morgan) di spiegare anche chi è stato a ‘cacciarlo’ da X Factor

Indietro
Novella 2000 © riproduzione riservata.

Newsletter di Novella 2000

Nessun Articolo da visualizzare