morte Nadia Toffa lettera Novella 2000

La nostra lettera di preghiera per Nadia Toffa

La redazione tutta di Novella 2000 e Novella 2000.it si unisce al diffuso cordoglio per la morte di Nadia Toffa. Ecco le parole del direttore Roberto Alessi.

La morte di Nadia Toffa ha scosso l’opinione pubblica che aveva seguito sin dall’inizio con apprensione l’esplodere della sua malattia. Ma ha anche turbato profondamente il mondo dello spettacolo, accorso da ogni dove per esprimere il proprio dolore e lasciare un messaggio di sincero cordoglio. Noi della redazione di Novella 2000 e Novella 2000.it ci accodiamo alle parole di tutti, sostenendo in ugual misura il peso di un lutto che mai come stavolta appare ingiusto.

Il dispiacere è ancora più grande per la perdita di una professionista seria e scrupolosa, amante del proprio mestiere, ma soprattutto di una donna coraggiosa. La Toffa era rapidamente diventata un esempio per chi fosse affetto dai suoi stessi disturbi. Ma continuerà ad esserlo nonostante tutto, perché come sottolineato dalla redazione di Le Iene, la trasmissione di Italia 1 di cui era inviata e conduttrice, Nadia è riuscita a combattere la propria battaglia con una dignità difficile da dimenticare.

Stringendoci intorno ai cari della conduttrice, vi lasciamo al messaggio di saluto che Roberto Alessi, a nome di tutta la redazione, ha voluto dedicare per la morte di Nadia Toffa.

La lettera di saluto di Roberto Alessi a Nadia Toffa

“La mia famiglia, come quasi tutte le famiglie italiane, ha pagato un tributo altissimo e lancinante al cancro. Sono dolori che non passano mai, ricordi che strappano lacrime e rabbia. Per questo la morte di Nadia Toffa la vivo come una sconfitta personale.

Prima mia madre, poi una cugina, Nadia, una persona speciale come la Toffa, anche lei strappata alla vita da un tumore, come Nadia dopo lunghe sofferenze. E lo stesso è avvenuto con un’altra mia cugina Caterina, mia amica da quando eravamo adolescenti, ed è successo pochi mesi fa. E ora Nadia Toffa, sono passati dieci giorni, ma non voglio dimenticare.

Per Nadia Toffa, per la sua famiglia, per i suoi amici di Le Iene, dove lavorava fantasticamente ed era adorata, per tutte le persone colpite nelle loro famiglie, la mia preghiera, le mie lacrime, e l’abbraccio di tutti noi di Novella 2000. Ciao Nadia.

Tuo Roberto Alessi”

Novella 2000 © riproduzione riservata.