Renato Pozzetto “a cuore aperto” nell’intervista di Barbara d’Urso

Durante la terza domenica nel salotto di Barbara d’Urso a Domenica Live (in onda ieri 1 ottobre su Canale 5), c’è stato tra gli ospiti il mitico Renato Pozzetto. Anche a lui è stata dedicata una clip di benvenuto nella quale si è ripercorsa la sua infanzia e gli esordi della sua carriera come le riprese del film “La patata bollente”.

E proprio su questo film cult si è espresso Pozzetto dicendo: «Il film era curioso, parlava del mio rapporto con un gay, rapporto di amicizia, ho dovuto ospitarlo a casa. C’era Massimo Ranieri che recitava la parte di un gay ed era un argomento molto delicato, l’abbiamo fatto bene, in maniera molto rispettosa…». Ha poi ricordato l’imbarazzante ricordando episodio della vasca: «Era una scena in cui facevamo l’amore in una vasca. C’eravamo messi d’accordo che non fossimo imbarazzati, nudi, con molta schiuma, e poi le parti da montare successivamente, cominciamo… insaponati. Il direttore della fotografia deve cambiare le luci, due minuti di pausa. Edwige si alza per andare a rifarsi il trucco, le mettono l’accappatoio, si abbassa l’acqua ed è venuto fuori una roba come un arachide (ride). Mi accorgo, guardo su, c’era un elettricista che si mettere a ridere. “Ue’, Pozzè, guadagnerai qualche lira ma fai una vitaccia!”».

L’attore ha continuato parlando del suo migliore amico Cochi con il quale formava il mitico duo comico “Cochi e Renato”: «L’amico della vita» ha sottolineato. Durante l’intervista, Barbara gli ha fatto vedere anche una clip nella quale Eleonora Giorgi, attrice con la quale Pozzetto ha lavorato spesso, lo saluta: «Ciao Renato, te la ricordi la prima volta che ci siamo incontrati?Mi manchi tanto!».

Renato Pozzetto, qualche anno fa,  ha perso la moglie Brunella con cui è stato tutta la vita, e la d’Urso gli ha dedicato una clip che la ricorda: dal primo appartamento in Viale Umbria sino alla nascita dei figli e la loro vita insieme. Lui commosso ha commentato: «Era bella».

La d’Urso gli ha poi mostrato un video di Massimo Boldi, amico e collega di Pozzetto che gli ha detto: «Tu sei un amico, speciale, straordinario, tu hai cominciato a portarmi nella tua compagnia… Sono andato a finire che ho fatto il comico grazie a te, ti voglio bene! Ciao bella gioia!».

Alla fine dell’intervista Barbara e Renato Pozzetto hanno ricordato Paolo Villaggio, scomparso lo scorso 3 luglio: «Ciao Paolo, ci vediamo là, salutami gli altri” le belle parole scritte da Pozzetto nel giorno della morte dell’amico e collega».

1Renato Pozzetto

Acquista il nuovo romanzo di Daninseries

Indietro
Novella 2000 © riproduzione riservata.