Selvaggia Lucarelli attacca Gianluca Vacchi: «È in declino»

La blogger Selvaggia Lucarelli, una delle penne più calde e pungenti dei social, ha trovato il suo obiettivo odierno. Dopo essersi scagliata, tra battute e veleni, con mezzo mondo dello spettacolo, la vittima designata stavolta è il ricco imprenditore Gianluca Vacchi, una star sul web per il suo lifestyle e i suoi balletti al ritmo di musica. Secondo la firma del Fatto Quotidiano infatti, Vacchi starebbe attraversando un periodo di chiaro declino rispetto all’anno scorso, quando insieme alla fidanzata Giorgia Gabriele (ormai ex) divertiva tutti con le sue peripezie. E fornisce anche le sue riflessioni, in un lungo post su Facebook.

“Io l’ho capito quando ha postato la foto in cui faceva colazione col vassoio galleggiante in piscina, che il successo mediatico di Gianluca Vacchi cominciava a mostrare delle crepe. Che per un po’, con le sue minc****e ci siamo divertiti, ma che ora inizia a sembrare tutto un patetico antidoto agli sbadigli facili di un milionario tediato e che quel vassoio pare la metafora della sua parabola: da star del delfinario a boa galleggiante. Da milionario eccentrico che nell’estate 2016 volava sull’acqua col flyboard, a sosia di Scialpi che nell’estate 2017 beve un cappuccino dal vassoio che galleggia. E qualcuno più saggio, più lungimirante, qualcuno che gli vuole bene dovrebbe anche dirglielo, se il problema non fosse che la sua migliore amica è Raffaella Zardo e comunque lui ha altro da fare, non si disturba la gente mentre cambia l’arbre magique alla Bentley o spiega all’arredatore di interni come rivestire la panca Technogym con pelo di scroto di capre tibetane. Insomma, tocca a me spiegare come stanno le cose a Gianluca Vacchi. A che tacca del termometro si è fermata l’influenza dell’influencer che sarebbe pure intelligente e ironico, se non fosse che si impegna così tanto per sembrare uno il cui appellativo “2.0” non indica il web ma il punteggio del QI. Eccole qui, le avvisaglie del declino di Vacchi:

a) la fine della sua storia con Giorgia. Lei, va detto, era la fidanzata con lo sguardo più triste di un cocker preso al lazo dall’accalappiacani. Anche quando sorrideva o ballava o ancheggiava manteneva la faccia inequivocabile di chi pensa “Tu guarda che me tocca fa’ per fargli impennare il klout”. Obbediva da buona geisha, indossava l’orrido mocassino di pelo come voleva lui, faceva le coreografie che diceva lui, s’era scolpita l’addominale obliquo come voleva lui e cioè come quello di Cristiano Ronaldo. Dopo un po’, che questi due stavano insieme ma l’amore era più photoshoppato del loro culo al sole, era chiaro a tutti. Il tracollo poi, è stato definitivo quando Fedez e la Ferragni li hanno scalzati nella classifica della coppia più amata sui social. Pare che una mattina di buon ora Vacchi si sia alzato, abbia aperto instagram e dopo cinque minuti abbia svegliato di soprassalto la fidanzata dicendole: “La loro foto mentre si baciano sul plaid di Armani Casa ha 3278 cuoricini in più della nostra mentre ci facciamo i grattini coi pigiami Hermes, è finita.”. E infatti si sono lasciati.

b) La nuova fidanzata. Finita con Giorgia, Vacchi ha iniziato i casting alla ricerca della nuova fidanzata, anche perché facendo foto in 4 location a rotazione al massimo, o cambia gli arredi o almeno la tizia accanto a lui si cambia d’abito. La scelta di natura spiccatamente sentimentale è ricaduta su Ariadna Gutierrez, che per la cronaca è la miss universo sfigata che fu incoronata per sbaglio. Chissà la faccia quando capirà che anche in questo caso è Miss Vacchi per sbaglio e arriverà un’altra a toglierle corona e follower, povera ragazza.

c) Gianluca Vacchi ha deciso da un po’ di tempo di trovare una copertura alla sua condizione di fancazzista di lusso e quindi, visto che le attività dei fancazzisti di lusso sono, notoriamente, “influencer”, “travel blogger”, “concorrente all’isola dei famosi”, “deejay” e “Bobo Vieri”, ha deciso appunto di riciclarsi come deejay. E allora va a fare serata in discoteca e si tuffa dalla consolle sulla folla sentendosi Iggy Pop a New York, solo che è Gianluca Vacchi al New Charlie di Lignano Sabbiadoro. Ha una serata a Verona e dj Vannelli, che doveva suonare con lui, dice “No grazie, se c’è Vacchi io sto a casa”. E quella sera, Dio esiste e mo’ dite di no, a Vacchi salta pure il dj set per un diluvio. Poi rilascia un’intervista in cui dice che, poverino, per fare il dj studia alla consolle 5 ore al giorno. I famosi lavori usuranti: l’idrocarburista, l’operaio metalmeccanico e il dj all’Amnesia.

d) Come annunciato da soundcloud “the italian stallion Gianluca Vacchi ha inciso la sua prima canzone dance in uscita l’11 agosto” (c’è già l’anteprima, ahimè). Il video è girato sulla sua barca, in compagnia di un’orda di strappone che ballano. Il titolo, “Viento”, è un chiaro riferimento a quella folata di viento di tramontana che speri si porti via la barca di Vacchi e chi ci sta sopra quando ascolti il pezzo.

e) Purtroppo per la Russia, tra i blocchi dell’Ue per l’export italiano ci sono l’olio, la carta e le scarpe ma non Gianluca Vacchi, per cui i russi continuano a scritturare il nostro milionario per spot improbabili quali l’ultimo che promuove del caffè solubile. Vacchi, nello spot, ha sempre la faccia da iban, ovvero “sorrido perché mi pagano” che poi era quella di Bill Murray in Lost in translation quando girava lo spot a Tokyo. La sinossi dello spot del caffè solubile si può riassumere così: Vacchi dice “Ciao bella” come un venditore di rose pakistano, poi ci mostra il lusso di casa sua, poi beve il caffè solubile e appaiono un macchina del caffè in un acquario, un tizio che trova due rolex sul fondo piscina e un uomo in kilt. Insomma, il caffè fa cagare ma quello che ci mettono dentro per tagliare la miscela arabica deve essere buonissimo.

f) Vacchi, e questo è l’ultimo indizio del declino, litiga col suo filippino che forse stanco di trascorrere notti nello sgabuzzino sullo sgabello di Cenerentola a lucidargli l’anello ferma-barba, si licenzia. Ora il filippino minaccia di rivelare in un libro i segreti torbidi del suo ex datore di lavoro. In anteprima per i lettori de “Il Fatto” i primi tre capitoli del libro shock: “I tatuaggi se li fa coi pennarelli”, “Dice che solleva 60 chili ma il bilanciere è di polistirolo.”, “Se lo slip bianco vi sembra gonfio è perché ci tiene il selfie stick”.
Insomma, Mr Enjoy è sempre più “Mr Ci annoi”. Qualcuno lo avverta.”

Insomma, il solito stile tagliente alla Selvaggia in cui ne ha un po’ per tutti e che prende la questione di petto. Ma resta una domanda: Vacchi sarà davvero in fase di parabola discendente come ci racconta lei?

 

1Selvaggia Lucarelli e Gianluca Vacchi

Indietro

Nessun Articolo da visualizzare