Sorrida Prego Novella 2000 n. 37 2020

Sorrida Prego di Emanuele Puzzilli: sorrisi a prova di bacio

Acquista il nuovo romanzo di Daninseries

Ecco come avere un sorriso a prova di bacio e lo straordinario potere antibatterico di esso: tutti i segreti del dottor Emanuele Puzzilli.

L’estate, si sa, è la stagione dell’amore. Il relax, il bel tempo, i viaggi, i panorami romantici, le serate divertenti. Sono tutte occasioni che permettono di rafforzare amori già esistenti o di far nascere nuove storie, magari con persone conosciute durante le vacanze.

E quando si parla di amore non si può non pensare a un sorriso seducente e a un bacio appassionato. Ecco perché bisogna farsi trovare pronti, curando sempre la salute e la bellezza della propria bocca. Basta un po’ di impegno per garantirsi un sorriso a prova di bacio.

E vi dirò di più: baciare rende sani. Il bacio, infatti, aumenta la produzione della saliva, che custodisce molte sostanze antibatteriche, vere e proprie guardie del corpo dei nostri denti da carie e malattie parodontali.

Inoltre, l’80% dei batteri presenti nella nostra saliva è comune a tutte le persone, mentre il restante 20% è esclusivo. Quindi, quando la bocca entra in contatto con un agente estraneo, inizia a produrre anticorpi proprio attraverso la saliva. Ed è così che il bacio rafforza il sistema immunitario.

Un sorriso a prova di bacio

Ora, però, andiamo al sodo, alla pratica. Un “sorriso da bacio” si ottiene per prima cosa con una corretta igiene orale, che garantisce denti bianchi, gengive sane e alito fresco. Spazzolino, dentifricio e filo interdentale devono essere fedeli compagni di viaggio.

E, come già abbiamo detto in molte occasioni, è importante anche imparare a spazzolare bene: dente per dente, muovendo le setole dalla gengiva verso la punta.

Almeno una volta al giorno, poi, allo spazzolamento va associato l’uso del filo interdentale, che permette di eliminare anche gli ultimi ospiti indesiderati che si annidano tra i denti. Insomma, non dobbiamo concentrarci solo su quello che vediamo (cioè i denti, magari gli incisivi che fanno bella mostra di sé), ma soprattutto di quello che è più nascosto.

Prendersi cura di gengive e lingua

Ad esempio: ci pensate mai a occuparvi di gengive e lingua? Eppure sono fondamentali per avere un bel sorriso. Le gengive, se trascurate diventano rosse, fino addirittura a sanguinare. Spesso le aggrediamo spazzolando i denti troppo forte o utilizzando spazzolini con setole dure.

Al contrario, meglio andarci giù con delicatezza e magari optare per setole morbide, che tornano utili anche per pulire e massaggiare la lingua.

In alternativa, per prendersi cura della lingua si può scegliere anche di acquistare degli spazzolini appositi, dotati di creste di gomma sul dorso, pensate proprio con questo scopo.

Fatto questo, il 90% del lavoro per assicurarsi una bocca da baciare è terminato. Rimangono piccole accortezze e qualche “trucco del mestiere”, magari da applicare a tavola o in altri momenti della quotidianità.

Ad esempio, le gomme da masticare alla menta (o simili) sono un ottimo alleato, purché siano rigorosamente senza zucchero.

Per scongiurare l’alitosi, poi, ci sono anche degli ottimi rimedi naturali come il succo d’aloe, che infatti è spesso presente nei dentifrici, o i chiodi di garofano da masticare.

Nessun Articolo da visualizzare